CESENA: Fase 3, parla Nerio Alessandri, “Basta paura, serve positività”

Economia
CESENA: Fase 3, parla Nerio Alessandri, "Basta paura, serve positività" Il patron di Technogym ha partecipato all'ultima puntata di TALK 24 condotta da Ludovico Luongo. "In questo momento non ci sono segnali positivi sulla velocità, anzi, tutti stanno toccando con mano come il limite del nostro paese sia la burocrazia. Quando c'è l'emergenza, la velocità fa la differenza". Sono le parole di Nerio Alessandri, patron di Technogym, che parla a tutto campo dell'Italia alle prese con le conseguenze economiche della pandemia. "Bisogna essere molto veloci ad affrontare emergenze come quelle economiche così come quelle sanitarie. Sicuramente – spiega – questa crisi economica avrà risvolti molto importanti in termini di occupazione, povertà e consumismo". Per il fondatore del colosso mondiale del wellness "serve positività. Basta paura, basta terrorismo mediatico. Sappiamo che ci sono i problemi. Esistono tante patologie come quelle oncologiche che credo tocchino tutte le famiglie italiane, quelle cardiovascolari, infarti, diabete, quindi purtroppo l'uomo deve combattere con queste epidemie, con queste malattie croniche. Io – afferma – sono sicuro che saremo pronti a curare meglio il Covid-19. Abbiamo imparato tanto, abbiamo capito gli errori che sono stati fatti, errori enormi nei protocolli, nelle cure, nella gestione dei malati, dei pronti soccorso. Ora dobbiamo dare fiducia". Una previsione sull'autunno? "Se la disoccupazione esplode – sostiene il presidente di Technogym – questo sarà il tema che creerà davvero tensioni sociali che potrebbe sfociare in una recessione o addirittura in una depressione". Technogym, che ha il suo quartier generale a Cesena, è nata anche grazie a una visione. Alessandri non ha voluto dare giudizi su una capacità in tal senso della nostra classe politica, ma, secondo lui, "il Covid 19 non è né di destra né sinistra. Questa situazione non deve essere una campagna elettorale, non deve essere una speculazione per nessuno. L'unica cosa che è da fare al momento – sostiene – è salvaguardare i posti di lavoro e fare di tutto per migliorare la salute delle persone, delle nostre famiglie, dei collaboratori e dei nostri cari". Per Alessandri l'Italia ha tutte le carte il regole per superare questo momento grazie a "talenti e risorse enormi, imprenditori e professionalità incredibili, un patrimonio artistico, naturale e una cultura invidiata da tutti. Ma – sottolinea – serve gioco di squadra". Durante il lockdown l'azienda ha mantenuto i contatti con i clienti e, di fatto, ha svuotato tutti i magazzini nel mondo. "Con la pandemia – spiega Alessandri – la salute ha assunto un'importanza ancora maggiore di prima. Molti hanno capito l'importanza dei sani stili di vita: muoversi, mangiare in un certo modo, tenersi in movimento, perché è molto importante per alzare le difese immunitarie. E poi c'è la riabilitazione: molte persone ne hanno avuto bisogno, abbiamo lavorato con gli ospedali, abbiamo dato un supporto ai fisioterapisti. Il digitale in tutto questo ha assunto un ruolo ancora più importante di prima. Questi tre mesi sono stati equivalenti a tre anni di normale evoluzione". Infine un accenno alla Wellness Valley, il progetto che ormai da 15 anni sensibilizza le persone a corretti stili di vita: "In Romagna – racconta fiero Alessandri – le persone si muovono in media il 10% in più della media nazionale. Il 90% degli ammalati di Covid che purtroppo sono mancati – conclude – hanno avuto principalmente problemi di obesità, malattie cardiovascolari, problemi legati all'anzianità". Un motivo in più per tenersi in forma.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi