CESENA: Orogel, crescono fatturato e politiche di welfare, nel mirino gli USA

Economia
CESENA: Orogel, crescono fatturato e politiche di welfare, nel mirino gli USA Ancora un anno positivo per Orogel, l’azienda cesenate leader nel mercato dei vegetali freschi surgelati. Nonostante i consumi nazionali nel settore siano calati del 3,1%, Orogel ha segnato un +0,4% rispetto al 2017, raggiungendo un fatturato aggregato di 687.416.000 di euro. Nel solo comparto dei surgelati il fatturato d’esercizio 2018 è stato di 239.100.000 di euro, in crescita del 3,58% rispetto all’anno precedente. Numeri che portano l’azienda romagnola a guardare sempre più lontano: il mirino è sul mercato statunitense. Ai numeri del bilancio corrisponde una crescente attenzione verso il benessere dei dipendenti, con numerose iniziative sviluppate negli ultimi anni: dai buoni per l’acquisto di libri scolastici ai presiti senza interessi, dagli appartamenti in social housing al doposcuola per i figli dei lavoratori. “Orogel non ha mai voluto disattendere i principi sui quali il primo nucleo di soci cooperatori l’ha fondata 52 anni fa – spiega Bruno Piraccini, presidente Orogel, durante la conferenza stampa a Milano -: per questo, pur crescendo e raggiungendo risultati anche importanti come quelli conseguiti nel 2018, ha continuato a tenere al centro  dell’attenzione il benessere dei propri dipendenti, sviluppando progressivamente e secondo le sue possibilità iniziative di welfare a loro dedicate. È nostra precisa volontà assicurare a tutti i dipendenti del sistema Orogel la miglior qualità di vita e di lavoro possibile”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi