EMILIA-ROMAGNA: Autonomia, Bonaccini “vogliamo rafforzare servizi e Pa”

Attualità
EMILIA-ROMAGNA: Autonomia, Bonaccini "vogliamo rafforzare servizi e Pa" Con l'autonomia regionale "vogliamo rafforzare l'efficienza di servizi e pubblica amministrazione, in un quadro di coesione in cui i livelli essenziali delle prestazioni siano assicurati a tutti i cittadini. Non vogliamo maggiori risorse, ma spendere meglio quelle che ci sono". Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in un'intervista al Corriere della Sera. E a chi gli contesta di volere la 'secessione dei ricchi', risponde: "È un'accusa che non trova riscontro nelle nostre richieste". E ribadisce: "Non chiediamo un euro in più: la sfida è l'efficienza, gestire meglio a parità di risorse. L'Emilia-Romagna non chiede 23 materie, e all'interno delle 15 a cui punta definisce funzioni precise per gestire meglio rigenerazione urbana, sicurezza del territorio, rifiuti, sanità". Alla sua regione interessa "avere insegnanti nelle aule a settembre, scuole moderne e sicure. Un approccio diverso da Veneto e Lombardia", afferma Bonaccini. E aggiunge: "Mi pare che il governo si stia attestando sulla nostra posizione. Per dire se firmeremo devo prima capire che risposte ci daranno. Ora vedo molta confusione".

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi