EMILIA-ROMAGNA: Aziende al femminile in lieve calo (-0,1%)

Economia
EMILIA-ROMAGNA: Aziende al femminile in lieve calo (-0,1%) Anche se registrano un leggerissimo calo, continuano a tenere le imprese al femminile in Emilia-Romagna. Secondo i dati del registro delle imprese delle Camere di commercio analizzati da Unioncamere Emilia-Romagna, al 31 marzo scorso, in regione, le imprese femminili attive erano 84.376, pari al 21,1 per cento del totale delle imprese regionali, con una leggera diminuzione  di 100 unità, ossia  -0,1 per cento rispetto alla stessa data del 2018. Dallo studio emerge che in regione le imprese rosa “tengono” di più rispetto ad altre tipologie di impresa che accusano, invece, una flessione  di 2.359  ossia -0,7 per cento. A livello nazionale, peraltro, le imprese femminili sono aumentate in otto delle regioni italiane. L’incremento è stato più rapido nel Lazio (+1,0 per cento), mentre l’Emilia-Romagna è risultata decima per “variazione”. Nello specifico dei settori di attività economica, in regione cresce quello degli “altri servizi” (+761 unità, +2%) mentre arretrano il commercio (-470 unità, -2,1%) e l'agricoltura (-330 unità, -2,7%). Quanto alla forma giuridica aumentano le società di capitale (+596 unità, pari a un +4,1%) mentre calano le società di persone (-279 unità, -2,2%), le ditte individuali (-376 unità, -0,7%) e le cooperative e i consorzi (-1,4%).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi