EMILIA-ROMAGNA: Elezioni regionali, ipotesi voto il 26 gennaio

Politica
EMILIA-ROMAGNA: Elezioni regionali, ipotesi voto il 26 gennaio Data sarà fissata a settembre, sarà sfida Bonaccini-Borgonzoni È quella del 26 gennaio la data più probabile per il voto alle regionali in Emilia-Romagna. Nel 2014 si votò il 23 novembre e il consiglio regionale s'insediò fra Natale e Capodanno. Alla luce di questa scadenza la legge prevede che la data venga fissata dal presidente della Regione, d'intesa con il presidente della corte d'appello, in una finestra che va dall'ultima domenica di ottobre all'ultima domenica di gennaio. Bonaccini ha annunciato che fisserà il giorno a settembre, ma con ogni probabilità la data scelta sarà l'ultima utile, ovvero il 26 gennaio. Una scelta che Bonaccini giustifica con la necessità di approvare il bilancio entro il 31 dicembre, evitando l'esercizio provvisorio. La decisione è però ferocemente contestata dalle opposizioni, che sospettano da un lato il tentativo di allungare la vita alla legislatura e dall'altro il possibile beneficio elettorale di frizioni interne al Governo all'approvazione della manovra. Stefano Bonaccini è il candidato del Pd e sta cercando di ampliare la coalizione. Per il centrodestra, invece, la candidata sarà Lucia Borgonzoni, leghista, sottosegretario ai Beni culturali. Il M5s è al lavoro per sperimentare, per la prima volta, l'alleanza con una o più liste civiche.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi