EMILIA-ROMAGNA: Maltempo, Bonaccini firma lo stato di crisi regionale

Attualità
EMILIA-ROMAGNA: Maltempo, Bonaccini firma lo stato di crisi regionale Il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha firmato la dichiarazione dello stato di crisi regionale per l'ondata di maltempo che ha colpito l'Emilia-Romagna dal 5 al 14 maggio. Il decreto rimarrà in vigore 180 giorni e dà mandato all'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile di svolgere "tutti i lavori e gli interventi indifferibili e urgenti, insieme alle misure temporanee di assistenza a nuclei familiari evacuati dalle abitazioni inagibili, assumendo i relativi impegni di spesa nei limiti delle disponibilità dei capitoli del bilancio". Bonaccini in precedenza aveva inviato al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, la richiesta di deliberazione dello stato di emergenza nazionale. Lo stato di crisi riguarda, in particolare, gli eventi atmosferici del 5 e 6 maggio, quando una perturbazione con venti di burrasca sulla costa e sulle pianure, ha causato una forte mareggiata che ha interessato il litorale da Ferrara a Forlì-Cesena, con temporali diffusi e abbondanti nevicate sull'Appennino.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi