EMILIA-ROMAGNA: Turismo, meteo variabile la causa del calo, -2,5% gli arrivi | VIDEO

Attualità
EMILIA-ROMAGNA: Turismo, meteo variabile la causa del calo, -2,5% gli arrivi | VIDEO Caldo torrido alternato a temporali violenti e un’estate che è arrivata tardi. Potrebbe esser il meteo l’imputato principale per la leggera flessione, registrata in Riviera, nel periodo gennaio-luglio, per quanto riguarda il mercato turistico,accompagnato da una forte ripresa dei mercati, come quello turco e greco, altamente competitivi. Fatto sta che, in base ai dati elaborati dall’Osservatorio turistico di Regione e Unioncamere Emilia-Romagna in collaborazione con Trademark Italia, nei primi sette mesi dell’anno sono calati rispetto al 2018 gli arrivi dello 0,4% e le presenze dello 0,6% dei turisti italiani, mentre gli stranieri sono aumentati del 4,0% negli arrivi e dell’1,4% nelle presenze. In totale gli arrivi in Riviera si sono attestati a 4.165.000 (+0,5% sul 2018) e le presenze a 21.428.000 (-0,1%). Il mese di maggio, colpito maggiormente dal maltempo,  ha registrare il dato peggiore: -6,2% gli arrivi e -12,3% le presenze.  È andata meglio a giugno con una piccola ripresa dello 0,7% negli arrivi e del 2% nelle presenze che non ha trovato però conferma a luglio (-3,9% gli arrivi, -2,8% le presenze. In totale, se consideriamo il periodo maggio-luglio, in base ai dati ancora provvisori, si è registrato un calo del -2,5% negli arrivi e del -2,1% nelle presenze, maggiore per il turismo nazionale (arrivi -3,4%, presenze -2,7%), molto più contenuto per quello estero (arrivi +0,7%, presenze -0,4%).    

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi