FORLÌ: Selene Ticchi fa ricorso, “Non ho commesso reati”

Cronaca
FORLÌ: Selene Ticchi fa ricorso, "Non ho commesso reati" Selene Ticchi, la donna che a Predappio indossò l'ormai tristemente famosa maglia nera con la scritta Auschswitzland, ha presentato ricorso dopo la sua condanna a quattro mesi di carcere commutati in oltre novemila euro di multa. Il documento è stato depositato ieri dai suoi legali in tribunale a Forlì. Secondo l'esponente di Forza Nuova (poi sospesa) indossare un indumento di quel tipo non prefigura nessun reato, nello specifico non vìola la legge Mancino. Ticchi finì alla ribalta internazionale delle cronache a causa dell'irriverenza di quella t-shirt che associava i campi di sterminio ai parchi divertimenti. Il ricorso cancella di fatto la condanna trasformando la donna di nuova in imputata. Si attende la fissazione dell'udienza dibattimentale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi