FORLÌ: Relazione su casa di riposo Zangheri evidenzia errori | VIDEO

Cronaca
FORLÌ: Relazione su casa di riposo Zangheri evidenzia errori | VIDEO Si è espresso il gruppo interdisciplinare dell’Ausl Romagna composto da medici e infermieri sulla gestione anti-Covid della casa di riposo Zangheri di Forlì. Nella lunga relazione tecnica, presentata dal Carlino, emergono una serie di errori e di ritardi che avrebbero compromesso i tentativi di contenimento dell’infezione. Ingresso di badanti durante il lockdown, ritardi nel recepimento delle indicazioni anti-contagio delle autorità sanitarie, carenza di personale infermieristico e socio-sanitario. Nelle pagine della relazione si legge anche che alcuni ospiti autosufficienti sarebbero entrati e usciti dalla struttura nei periodi critici della pandemia, e che dei pazienti contagiati non sarebbero stati adeguatamente isolati. Il primo caso di positività nella casa di riposo da 335 posti è stato riscontrato il 22 marzo. Una badante risultata positiva al Sars-cov-2 avrebbe assistito sette anziani. Ben presto i contagi sono saliti a più di cinquanta. A inizio aprile è arrivato il commissariamento della casa di riposo da parte dell’Ausl, attraverso l’insediamento di una task-force. Intanto i contagi continuavano a salire e arrivavano anche le prime morti sospette. I familiari degli ospiti hanno cominciato a protestare per “scarsa comunicazione”, alcuni hanno presentato denuncia e la procura ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di accusa di omicidio colposo. “Nessun errore da parte nostra”, “Abbiamo fatto l’impossibile”, si è sempre difesa la direzione della Zangheri.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi