RAVENNA: Via libera della Provincia all’ampliamento della discarica – VIDEO

wpid-b_p-74440-abstr_img-Rifiuti_discarica11.jpgCi sono novità in arrivo per la discarica di Ravenna che ha ottenuto il via libera al progetto presentato in Provincia per la costruzione del nono settore che garantirà di continuare in autonomia l’attività della struttura in via Romea. L’ottavo settore è in via di esaurimento e l’ampliamento accrescerà la capacità di smaltimento di rifiuti […]

SAN BIAGIO D'ARGENTA: La Canapa in Festa

Porte aperte presso la Fattoria Didattica “La Romagnola Bio” di San Biagio d’Argenta (FE) per festeggiare la canapa, pianta erbacea i cui semi sono particolarmente famosi ed apprezzati per l’elevato valore nutrizionale.  Si è trattato di un evento importante, organizzato nell’ambito del programma “Fattorie Aperte” e patrocinato dalla Regione Emilia – Romagna, dal Comune di Argenta […]

EMILIA-ROMAGNA: Regionali, Bonaccini si ricandida per un secondo mandato

EMILIA-ROMAGNA: Regionali, Bonaccini si ricandida per un secondo mandato ‘Mai candidato a guida del Pd, impegno per unirlo a campo largo’

“Il problema Bonaccini non esiste e le scelte non sono mai personali, per quanto mi riguarda. Io sono impegnato a servire la mia Regione e la mia disponibilità a proseguire non è mai venuta meno, se si ritiene positivo il lavoro fatto in questi anni e che io possa aiutare a unire il Pd e un campo largo per le prossime regionali”. Lo dice il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, in un’intervista al Corriere di Bologna, affermando di essere pronto a ricandidarsi in vista delle elezioni del 2019. “Non mi sono mai candidato alla guida del Pd”, aggiunge, spiegando di aver detto invece “che nessuno può invocare soluzioni e poi, come prima cosa, chiamarsi fuori, tantomeno chi come me sta chiedendo una scossa”. Tra gli alleati può esserci anche il sindaco di Parma Pizzarotti? “Quando parlo di alleanze e civismo mi riferisco e mi rivolgo anche ad amministratori come Federico, che non sono nel centrosinistra, ma che possono trovare in noi un interlocutore più naturale che non nella Lega.

SUL PIATTO SEMPRE IL TEMA INFRASTRUTTURE

“Ho scritto a Toninelli appena si è insediato, il 16 giugno, chiedendogli subito di incontrarci per discutere del Passante e degli altri investimenti. Parliamo di opere già progettate, finanziate, pronte per partire. Sono trascorsi quasi quattro mesi senza alcuna risposta, il che è persino umiliante”. Lo afferma il presidente della Regione Emilia-Romagna, facendo il punto sulle infrastrutture e sul passante di Bologna, in un’intervista al Corriere di Bologna. “In compenso – aggiunge al Corriere di Bologna – hanno bloccato la conferenza dei servizi, senza motivazione e senza indicare un termine, come da peggior copione della burocrazia ministeriale”. Per Bonaccini il congestionamento del traffico nel nodo bolognese e la necessità di procedere al potenziamento di tangenziale e autostrada “è sotto gli occhi di tutti”, è “un serio problema per l’ambiente, per il diritto alla mobilità dei cittadini, per i costi delle imprese”. E c’è anche un tema di sicurezza, dopo l’incidente di Borgo Panigale, sottolinea il governatore: “Negare il problema come fa il ministro Toninelli è incredibile e perdere ancora tempo, ora che tutto è pronto, è incomprensibile. Il ricorso è l’ultima cosa che vorrei, perché regioni e governo dovrebbero collaborare, non litigare in tribunale. Ho fatto un altro appello al premier Conte e a Salvini, valutino loro, poi valuteremo noi”.

EMILIA-ROMAGNA: Gualtieri a sostegno di Bonaccini, “E’ un mastino” | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Gualtieri a sostegno di Bonaccini, "E' un mastino" | VIDEO Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri ha visitato Castel San Pietro Terme e Ravenna per sostenere la candidatura di Stefano Bonaccini a presidente della Regione. Nel corso della sua visita il Ministro ha trattato vari argomenti tra cui Plastic tax, Ambiente, Innovazione e Investimenti senza dimenticare il tema della riduzione del cuneo fiscale. 

“Gli emiliano-romagnoli forse non sono consapevoli di quanto sono fortunati ad avere un presidente che è un vero mastino”. Lo afferma il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri parlando a Castel San Pietro Terme, nel Bolognese, in riferimento a Stefano Bonaccini. “Salvini dice cose false  come quella di oggi sui tagli ai Comuni. Non è candidato alla regione Emilia, ma qui sembra piuttosto una badante”. Così il ministro dell’Economia Gualtieri parlando a Castel San Pietro Terme, nel Bolognese.  “Se si perde qui – ha aggiunto il ministro – per il governo non cambia nulla, ma andrebbe male per gli emiliano-romagnoli. Me lo ha scritto lo stesso Salvini in quell’appunto che qui bisogna parlare d’altro, lo sa bene che non può parlare del buongoverno di Bonaccini e per questo parla d’altro”. Gualtieri è atteso successivamente all’azienda Robopac e poi nel Ravennate.

“Sulla plastica non c’è dubbio che Stefano (Bonaccini, ndr) è quello che di più ci ha aiutato a migliorare il provvedimento perché non solo non ha fatto propaganda ma è partito da un concetto che noi abbiamo, il problema di ridurre la plastica. Noi abbiamo scelto di seguire il modello dell’Emilia-Romagna lanciando un piano nazionale della plastica che si ispira molto a quello di questa regione”. Così il ministro dell’Economia Gualtieri parlando nel Bolognese. “Stefano – aggiunge – ha accompagnato la fermezza di una critica a una proposta che indicava una via d’uscita. E’ così che si fa politica”.

EMILIA-ROMAGNA: Bonaccini contro Salvini, “Perché giri tu e non Borgonzoni?”

EMILIA-ROMAGNA: Bonaccini contro Salvini, "Perché giri tu e non Borgonzoni?" “Caro Salvini, io sui social avanzo proposte per l’#EmiliaRomagna e nei comuni ci sono tutti i giorni da 5 anni”. Lo afferma Stefano Bonaccini in un post sui suoi canali social. “Tu sui social posti quello che mangi e nei comuni di questa regione arrivi solo adesso in campagna elettorale per fare propaganda, disertando il Parlamento in cui sei stato eletto. La prima differenza è questa. La seconda è che io respingo insulti e odio sui social, da chiunque e verso chiunque, mentre tu no. Anche da questo si capisce che non conosci l’Emilia-Romagna e com’è fatta la nostra gente. A proposito – conclude poi il governatore – perché giri tu al posto della mia avversaria? Il 26 gennaio saremo eletti io o lei, mentre tu tornerai a Roma o a fare un’altra campagna elettorale altrove”.

FAENZA: Bonaccini attacca Borgonzoni, “impossibile confrontarsi” | VIDEO

FAENZA: Bonaccini attacca Borgonzoni, "impossibile confrontarsi" | VIDEO Mattinata di impegni elettorali per il presidente uscente della Regione Stefano Bonaccini che a Faenza ha incontrato elettori e candidati delle liste a suo sostegno in vista della tornata elettorale del prossimo 26 Gennaio. Bonaccini, accompagnato lungo il mercato cittadino, ha potuto osservare il Palazzo del Podestà ristrutturato attraverso i fondi erogati dalla Regione e si è confrontato con i rappresentanti locali del commercio. Inoltre ha parlato di infrastrutture e grandi opere tra cui il metro mare Rimini-Riccione, il casello autostradale di Castel Bolognese e i lavori al porto di Ravenna.

L’ATTACCO A BORGONZONI

“E’ una campagna elettorale molto particolare perché io non riesco a confrontarmi con la mia avversaria”. Lo afferma Stefano Bonaccini, presidente ricandidato  dell’Emilia-Romagna, parlando coi giornalisti questa mattina a Faenza in chiaro riferimento a Lucia Borgonzoni. “E’ stata sostituita da Salvini – prosegue – non c’è possibilità di confronto sulla sanità, sulla scuola, le infrastrutture, l’ambiente, la cultura. Si fa molta fatica perché parlano solo di spallate al governo Conte ma dal 27 di gennaio è evidente che gli emiliano-romagnoli vedranno qui a governarli o Bonaccini o Borgonzoni e non certo Salvini, Di Maio, Zingaretti o la Meloni. Noi – afferma durante la visita al mercato cittadino – abbiamo un progetto per l’Emilia-Romagna e il fatto che parlino di altro significa che non hanno davvero un progetto per questa terra”. Domani Bonaccini presenterà a Imola alle ore 10 le liste che lo sostengono, sarà presente anche il sindaco di Milano Beppe Sala.

UN METRO’ DI COSTA DA 100 KM

“Dopo aver inaugurato il Metromare tra Rimini e Riccione, che toglierà 10500 auto dalle strade tutti i giorni, noi stiamo progettando una metropolitana per tutta la costa adriatica fino ai lidi ferraresi passando ovviamente per Cervia, Ravenna e il Ravennate”. Lo annuncia a Faenza Stefano Bonaccini, ricandidato alla presidenza dell’Emilia-Romagna. Si tratta di “un trasporto collettivo – spiega il governatore – per oltre 100 km che tolga milioni di auto dalle strade perché, per fortuna, il turismo in questi anni è cresciuto in maniera straordinaria”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi