ROMAGNA: Dati economia, il 2019 viaggia a rilento | VIDEO

ROMAGNA: Dati economia, il 2019 viaggia a rilento | VIDEO La Camera di Commercio della Romagna ha presentato i dati dell’Osservatorio Economico relativi ai primi mesi del 2019. Vediamo allora come sta andando.

Bene la produzione industriale e l’export, male il comparto agricolo e il commercio al dettaglio. Questa la forbice registrata dalla Camera di Commercio Romagna che, come ogni anno, ha tracciato la radiografia delle imprese nei primi 3 mesi del 2019. 3 province, quelle di Ravenna Forlì-Cesena e Rimini, che si piazzano agli ultimi posti per ricchezza prodotta nella classifica emiliano-romagnola, ma che si trovano comunque in una regione che, ormai da anni, si piazza sul podio di quelle più virtuose in tutto il paese. Ne emerge quindi un’economia che cresce meno rispetto al 2018 (appena uno 0,2% ) ma che, tutto sommato, tiene un buon ritmo.

“Siamo sempre in terreno positivo – spiega il presidente della Camera di Commercio Romagna Alberto Zambianchi – quindi il nostro impegno è fare in modo che, di qui in avanti, ci sia un ulteriore rafforzamento della ripresa. Questo pèrò dipende anche dall’andamento del sistema Europa”

A preoccupare di più è l’agricoltura: -1,8% in tutta la regione rispetto al 2018 e che risente principalmente del clima sciagurato, con i primi 3 mesi dell’anno di forte siccità e le alluvioni di maggio. Mentre il cavallo da corsa vincente sembra essere quello delle esportazioni che segnano un +5% .

“E’ uno dei punti di forza del nostro settore produttivo – continua Zambianchi – rappresenta quella che è l’eccellenza del manifatturiero”

EMILIA-ROMAGNA: Crac banche, rimborsi al 90% dei risparmiatori

EMILIA-ROMAGNA: Crac banche, rimborsi al 90% dei risparmiatori Si continua a parlare dei rimborsi ai risparmiatori truffati delle banche fallite. Un tema caldo nella nostra regione visto che alcuni istituti di credito coinvolti si trovano proprio sul territorio. “Abbiamo prospettato delle possibili soluzioni – ha sottolineato il premier Giuseppe Conte a margine dell’inaugurazione del museo del design a Milano – una in particolare avanzata nelle ultime ore, che a mio avviso consentirebbe una modalità rapida dell’erogazione degli indennizzi”. L’accordo prevede che vi sia una modifica alla norma per consentire rimborsi diretti a chi ha 35 mila euro di reddito imponibile nel 2018 e 100 mila euro di patrimonio mobiliare, cioè, secondo le stime dell’esecutivo, circa il 90% degli interessati. Per il restante 10% si procederà con un arbitrato semplificato.

EMILIA-ROMAGNA: Autonomia, il Ministro Stefani si scusa per l’assenza

EMILIA-ROMAGNA: Autonomia, il Ministro Stefani si scusa per l'assenza “Tutte le scelte saranno condivise con la Regione”. A sottolinearlo, in un messaggio, la ministra per gli Affari Regionali, Erika Stefani, che questa mattina ha dovuto dare forfait a un convegno sull’autonomia regionale organizzato a Bologna a causa di problemi di salute. “Sono dispiaciuta di non poter essere stata presente. Diversamente da quanto riportato, non ho l’influenza, ma ho avuto un malore che mi ha impedito di partecipare ai lavori”, ha precisato la Stefani, che nel merito ha assicurato: “Studierò con attenzione i resoconti dell’assemblea e ascolterò il presidente Bonaccini che mi rappresenterà le questioni oggi esposte in occasione dell’imminente tavolo della trattativa per l’Autonomia. Ricordo – ha concluso la Stefani – che essendo l’intesa un accordo, le parti (Stato e Regione) sono sullo stesso piano e hanno le stesse prerogative. Tutte le scelte saranno quindi condivise con la Regione”

EMILIA-ROMAGNA: Incontro in Regione per l’autonomia, forfait del Ministro Stefani | VIDEO

EMILIA-ROMAGNA: Incontro in Regione per l'autonomia, forfait del Ministro Stefani | VIDEO Doveva essere la consacrazione dell’autonomia dell’Emilia-Romagna, a pochi giorni dal via libera che dovrebbe arrivare dal governo Conte. Invece il ministro Erica Stefani ha dato forfait lunedì mattina al maxi-convegno organizzato dalla Regione alla terza torre. “Influenzata”, ha fatto sapere all’ultimo momento l’esponente della Lega, lasciando una scia di palpabile delusione in viale Aldo Moro. Ai nostri microfoni il presidente della Regione, Stefano Bonaccini.

EMILIA-ROMAGNA: Radiazione Venturi, la Regione ricorre alla Corte Costituzionale

EMILIA-ROMAGNA: Radiazione Venturi, la Regione ricorre alla Corte Costituzionale Dopo la radiazione decisa dall’Ordine dei medici di Bologna dell’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, la Regione Emilia-Romagna ha deciso di presentare ricorso alla Corte Costituzionale. Di fronte alla Consulta viene sollevato il conflitto di competenza “alla luce dell’invasione della sfera di autonomia costituzionalmente riservata alla Regione stessa, in particolare in materia di tutela della salute”.  Il provvedimento disciplinare è stato infatti adottato, secondo la Regione, “sulla base di un giudizio relativo a decisioni di Venturi come amministratore pubblico, e non come medico, e su atti della Giunta regionale “. Alla base della radiazione c’era un provvedimento sulle competenze di infermieri e medici sulle ambulanze che consentiva la presenza a bordo dei soli infermieri specializzati, senza i medici.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi