RAVENNA: Morti d’amianto, nuovo rallentamento nel processo | VIDEO

Cronaca
RAVENNA: Morti d’amianto, nuovo rallentamento nel processo | VIDEO Rallenta il processo per i morti d’amianto al petrolchimico di Ravenna. L’attesissima perizia che i magistrati della Corte d’Appello di Bologna avevano ritenuto necessaria per capire il nesso di causalità tra polveri e decessi, infatti, slitterà ancora. I difensori dei 17 imputati della Syndial hanno chiesto la ricusazione di Pietro Gino Barbieri, il medico del lavoro di Brescia che era stato scelto come perito, insieme a due colleghi, dal tribunale. Secondo gli avvocati la posizione di Barbieri sul tema sarebbe già nota visto che in passato ha lavorato per altre procure su casi simili. Ma se la Corte d’Appello ha rigettato la richiesta di ricusazione, i legali della difesa hanno fatto ricorso in Cassazione. La sentenza è prevista per metà settembre.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi