RAVENNA: Omicidio Desiante, Palade avrebbe agito con crudeltà, ora rischia l’ergastolo | VIDEO

Cronaca
RAVENNA:  Omicidio Desiante, Palade avrebbe agito con crudeltà, ora rischia l’ergastolo | VIDEO Un’aggressione brutale. Emergono nuovi e agghiaccianti dettagli sull’omicidio  di Rocco Desiante, 43enne pizzaiolo pugliese ucciso in un appartamento a Castiglione di Cervia. L’uomo sarebbe stato colpito da circa una ventina di colpi alla testa, undici dei quali concentrati nella calotta cranica. Sul corpo sono state individuate varie lesioni inferte con un oggetto mai ritrovato, forse un bastone. L’aggressione sarebbe avvenuta un paio d’ore prime della sua morte, se nel frattempo fosse partita una richiesta di aiuto, l’uomo si sarebbe potuto salvare. Questi gli elementi forniti, lunedì mattina, in Corte d’Assise dal medico legale incaricato e che hanno dato modo al pm Antonio Vincenzo Bartolozzi di contestare un’aggravante all’imputato, il 20enne macellaio rumeno Constantin Madalin Palade. Il giovane avrebbe agito con crudeltà sferrando con violenza numerosi colpi al 43enne “contestualmente o successivamente” alla “perdita di conoscenza”  e in seguito lasciandolo morire in una lunga agonia. Ciò significa che ora l’imputato, se condannato,  rischia l’ergastolo. La difesa si è riservata di interloquire sull’aggravante.  La prossima udienza è stata fissata per il 4 novembre.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi