RAVENNA: Rintracciato ed espulso dal territorio nazionale il fratello del “foreign fighter” tunisino

Cronaca
RAVENNA: Rintracciato ed espulso dal territorio nazionale il fratello del “foreign fighter” tunisino La Polizia di Stato, nell’ambito di un’attività di prevenzione del fenomeno del terrorismo di matrice jihadista, ha rintracciato, nella giornata di mercoledì,  a Ravenna, il fratello di un  “foreign fighter” tunisino, già noto alla Questura e non reperibile sul territorio nazionale. I controlli compiuti dalla DIGOS della Questura hanno evidenziato il tunisino era privo del permesso di soggiorno e quindi è stato espulso con decreto del Prefetto di Ravenna e accompagnato presso il C.P.R. di Roma, in attesa del successivo rimpatrio. Lo straniero è stato qualificato come “soggetto pericoloso” dalle Autorità tunisine, alla luce di un suo viaggio in Siria attraverso la Turchia, per poi, nel 2017, fare ingresso illegale nel Territorio Nazionale attraverso la frontiera di Lampedusa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi