RAVENNA: Traffico illecito di animali, tre misure cautelari e 11 indagati | FOTO

Cronaca
RAVENNA: Traffico illecito di animali, tre misure cautelari e 11 indagati | FOTO Cuccioli di cani di razze pregiate stipati nella parte posteriore delle auto senza cibo, né acqua. Bulldog francesi, Maltesi, Chihuahua e Shiba-inu provenienti da paesi dell’est Europa sottratti prematuramente alle cure materne, privi di sistemi di identificazione (microchip), passaporti, libretti sanitari e vaccinazioni. Tanto che diversi acquirenti, ignari, hanno denunciato decessi o malattie dei cani presumibilmente causate da omesse vaccinazioni: questo il quadro accusatorio emerso dall’operazione Crudelia condotta dai carabinieri forestali di Reggio Emilia, che ha portato all’esecuzione di 3 misure cautelari di divieto di dimora ed espatrio per i reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di animali da compagnia, maltrattamento di animali, frode in commercio, falsità in atti e truffa. Il giro d’affari dell’organizzazione si aggirava, secondo gli investigatori, sui 500mila euro annui. I destinatari delle misure restrittive consistenti nel divieto di dimora in nove regioni del centro-nord Italia e nel divieto di espatrio, sono una donna di ventinove anni nata a Praga e residente a Reggio Emilia accusata di essere la promotrice dell’organizzazione e, nel ruolo di complici, il marito 37enne napoletano e il padre di lei, un 54enne originario della Repubblica Ceca. I provvedimenti giudiziari nascono da un’indagine avviata nel 2017 dai carabinieri forestali reggiani a seguito di varie denunce presentate nei confronti dei tre principali indagati. I controlli su strada, effettuati nel corso degli anni, sia dalla Polizia di Stato che dall’Arma dei carabinieri, hanno portato al sequestro penale di ben 129 cuccioli di cane illecitamente introdotti nel territorio nazionale. In particolare si è stimato, sulla base dei dati intercettati, che siano stati venduti clandestinamente almeno mille cuccioli all’anno con rincari sulla vendita di più del triplo del prezzo di acquisto. Ad esempio, un cane di razza particolarmente ricercata, il Bulldog francese “blu”, preso alla fonte con un esborso di 300 euro era rivenduto al consumatore finale ad un prezzo di mille euro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi