RAVENNA. Valle della Canna, 2200 uccelli morti. La Lega “Un disastro annunciato” | VIDEO

Attualità
RAVENNA. Valle della Canna, 2200 uccelli morti. La Lega “Un disastro annunciato” | VIDEO La situazione sembra essere tornata alla normalità nella Valle della Canna, a Ravenna, dove una contaminazione di botulino aveva portato a una strage di volatili. Ora si cerca di reintegrare gli uccelli sopravvissuti e di fare luce sulle responsabilità. Cosa si è fatto per prevenire l’emergenza? E chi è il responsabile di questo disastro annunciato? Sono queste le domande fatte dai consiglieri della Lega Liverani e Pompignoli in assemblea legislativa all’assessore all’ambiente Paola Gazzolo. Il tema riguarda la Valle della Canapa dove, nelle ultime settimane, una contaminazione da botulino ha scatenato una vera e propria strage di volatili. Già nei primi giorni di settembre erano arrivate le prime segnalazioni, anche se il caso è esploso in tutta la gravità tra il 30 settembre e i 1 ottobre. In tutto sono stati 2200 gli uccelli morti, colpiti da un’intossicazione da botulino che aveva contaminato l’acqua. Ora la situazione sembra essere tornata a livelli accettabili “Dall’8 ottobre non si registrano ulteriori decessi – ha spiegato la Gazzolo in aula – inoltre sono stati immessi 65mila metri cubi di acqua dolce al giorno, che ha consentito di bloccare l’avvelenamento”. Attacchi che arrivano anche da parte del M5S, con il capogruppo regionale Andrea Bertani che chiede le dimissioni del presidente del parco. “Sulle responsabilità bisogna attendere le indagini della magistratura” ha risposto l’assessore. Magistratura che nel frattempo ha aperto un’inchiesta per disastro ambientale e posto l’area sotto sequestro. Intanto una buona notizia arriva dal centro del recupero per animali. Delle circa 200 anatre in fin di vita soccorse dai volontari, 160 si sono salvate anche se ora, spiegano gli esperti sulle pagine del Carino, non si sa bene dove collocarle. Troppo pericoloso, per loro, tornate nella Valle della Canna.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi