RICCIONE: Case vacanza fantasma, 18 truffati da una donna

Cronaca
RICCIONE: Case vacanza fantasma, 18 truffati da una donna Sono 18 le persone che gia’ pregustavano la vacanza in Riviera e che invece non hanno mai trovato la sospirata casa gia’ prenotata su internet; prima avevano versato una caparra, ma il numero poi ha smesso di essere attivo. Una vera e propria truffa quella scoperta dai carabinieri ,una vicenda che risale a questo inverno,periodo in cui solitamente molti cominciano,con anticipo, a guardare le disponibilita’ per l’estate. E cosi’ avevano fatto alcuni cittadini residenti tra Argelato e Castelmaggiore,raggirati da una donna    . Sei sono le denunce partite dai due comuni del bolognese, tutte con lo stesso copione. Gruppi di amici che nei mesi scorsi avevano deciso di andare in Romagna e prendere in affitto una casa vacanze a Riccione, perla verde della costa adriatica,meta gettonatissima  e molto trendy. L’annuncio dell’immobile prevedeva una caparra di 410  Euro. Poi la situazione si è fatta difficile, una serie di dilazioni, la signora che prendeva tempo ,parlando di problemi con l’appartamento,  infine il telefono allegato all'annuncio staccato. I militari hanno raccolto tutto il materiale e sono poi risaliti a una donna, 42 anni, residente a Pescara. In tutto si sarebbe intascata circa 2400 Euro, versati dai clienti truffati, su una carta ricaricabile prepagata poi risultata senza saldo attivo. I militari dell'Arma stanno appurando se l'annuncio in questione abbia mietuto altre vittime. La casa, a quanto si apprende, era pubblicizzata anche su un portale solitamente affidabile.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi