RIMINI: 5.900 lavoratori frontalieri Romagna-San Marino, “Siamo discriminati” | VIDEO

Economia
RIMINI: 5.900 lavoratori frontalieri Romagna-San Marino, “Siamo discriminati” | VIDEO La prima batosta è stata la Finanziaria del 2003 che ha imposto la doppia tassazione sui lavoratori frontalieri. Per chi ogni giorno fa il pendolare tra l’Italia e San Marino le cose sono peggiorate con la crisi economica che ha colpito entrambi i territori e mutato la percezione del frontaliere, che oggi chiede il riconoscimento di maggiori diritti. Quello che chiedono i sindacati è il riconoscimento dello status di lavoratore frontaliere con una normativa che si integri con quella europea. Un lavoratore su tre a San Marino è straniero, mentre nei territori limitrofi i sammarinesi lavorano per oltre il 70 per cento a Rimini. I restanti si dividono tra il pesarese e la provincia di Forlì-Cesena.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi