RIMINI: Bagnini pattugliano la spiaggia contro le passeggiate vietate | VIDEO

Attualità
RIMINI: Bagnini pattugliano la spiaggia contro le passeggiate vietate | VIDEO La chiusura delle spiagge e il no alle camminate imposti dalle ordinanze regionali per scongiurare pericolosi assembramenti, non sono stati sufficienti a fermare molti amanti dell’arenile. Non potendo le forze dell’ordine essere ovunque e in ogni momento, da martedì mattina diversi bagnini di Rimini hanno deciso di scendere in campo. O meglio, sulla sabbia. Due turni di lavoro. Uno alla mattina, l’altro al pomeriggio per coprire dalla zona del porto a Miramare. In tempi normali in questo periodo dell’anno i gestori sarebbero impegnati a preparare i propri stabilimenti balneari per la stagione. Ma non potendolo fare, hanno scelto un impiego alternativo del loro tempo. Diverse, già nella prima giornata, le persone invitate a tornarsene a casa. “Dato che ci sono stati casi di assembramenti di persone che frequentavano gli arenili nonostante il divieto, ci siamo offerti volontari per sostituire in qualche modo gli occhi dell'amministrazione e delle forze dell'ordine per segnalare eventuali casi di pericolo o di situazioni non legittime”, afferma Mauro Vanni, presidente della Cooperativa Bagnini Rimini Sud. Da quando ci sarà il via libera per riaprire le spiagge, quanto tempo servirà ai bagnini per farle trovare pronte? “Dipende dalle spiagge, ma in una stagione normale – dice Diego Casadei, presidente di Oasi Confartigianato Rimini – ci vogliono mediamente 45 giorni. Forse quest’anno dovremo fare delle preparazioni un po’ più sbrigative”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi