RIMINI: Bilancio 2018 di San Patrignano, 157 ragazzi reinseriti nella società | VIDEO

Attualità
RIMINI: Bilancio 2018 di San Patrignano, 157 ragazzi reinseriti nella società | VIDEO Il dato più preoccupante lo rivela il numero 14. È questa la nuova età media, più bassa rispetto al passato, in cui in Italia si ha il primo contatto con le droghe. Secondo la comunità di recupero per tossicodipendenti di San Patrignano, che ha sede sulle colline di Coriano, vicino Rimini, l’Italia resta uno dei paesi più problematici in Europa per il consumo di sostanze stupefacenti. Seconda per consumo di cannabis e quarta per cocaina. Nell’ultimo anno circa 670mila studenti italiano hanno usato almeno una droga, e nel 30 percento dei casi il luogo in cui le reperiscono sono le scuole. Il resto prevalentemente su strada. Alcuni di questi finiscono nella spirale della dipendenza che porta talvolta con sé problemi con la giustizia, oltre a difficoltà familiari. Molti, spinti dalla famiglia o perché riconoscono di avere bisogno di una mano, arrivano a San Patrignano. In base al rapporto 2018 appena presentato dalla comunità, in un anno sono stati reinseriti nella società 157 ragazzi, di cui l’85 percento ha trovato lavoro. 157 storie di riscatti personali e di famiglie che tirano un sospiro di sollievo. I nuovi ingressi sono stati 349. Non c’è retta da pagare. Per questo la comunità guarda con favore al fondo per la prevenzione istituito dal Governo a fine anno. “Le cifre non sono certo quelle di tanti anni fa – affermano da Coriano -, ma i 7 milioni stanziati spalmati su tre anni ci fanno ben sperare nella volontà di supportare il nostro lavoro”. Nei suoi 40 anni di vita San Patrignano ha accolto 26mila giovani.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi