RIMINI: Cocaina e allucinazioni, l’esito della perizia psichiatrica per l’omicida di Niang | VIDEO

Cronaca
RIMINI: Cocaina e allucinazioni, l'esito della perizia psichiatrica per l'omicida di Niang | VIDEO Disturbo psicotico indotto dalla cocaina, caratterizzato da delirio di persecuzione e allucinazioni.  Per questo non era in possesso delle sue normali  capacità di intendere e di volere l'albanese Genard Llanaj quando ha sparato e ucciso il 26enne senegalese Makha Niang il 27 aprile dello scorso anno a Rimini. Questo quanto emergerebbe dalla perizia psichiatrica sull'uomo accusato di omicidio e il disturbo sarebbe stato indotto dall'uso della cocaina e per il quale l'uomo sarebbe in trattamento  con psicofarmaci. La perizia era stata chiesta dalla difesa di Llanaj ed aveva trovato l'opposizione  dell'accusa secondo la quale il killer aveva agito con determinata volontà.  Ora si attenderà il prossimo 30 maggio, giorno in cui ci sarà l'udienza e saranno valutate le presunte manie di persecuzione del 29enne che lo avrebbero indotto a sparare a Niang, retenendolo un nemico seppur non lo conoscesse e non lo avesse mai visto.  L'albanese sarebbe risultato essere un consumatore cronico di cocaina che ne avrebbe sviluppato nel corso degli anni il delirio paranoide, che starebbe manifestando anche all'interno del carcere,  e sarà da stabilire in sede di giudizio, davanti al giudice, se tutto questo sarà influente ai fini della condanna per la morte senza moventi e motivi di Makha Niang.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi