RIMINI: Eseguiti 200 sfratti nel 2018, calo delle richieste negli ultimi anni | VIDEO

Attualità
RIMINI: Eseguiti 200 sfratti nel 2018, calo delle richieste negli ultimi anni | VIDEO Vedersi intimare dal proprietario di casa di riconsegnargli l’immobile è qualcosa che ancora avviene a Rimini. Ci sono gli sfratti per finita locazione, in cui il contratto arriva a scadenza e, nonostante la disdetta, l’inquilino continua a rimanere in casa. E ci sono quelli per morosità, e sono i casi di gran lunga più frequenti, in cui una famiglia si ritrova in gravi difficoltà economiche, spesso improvvise, magari dopo un licenziamento o una malattia, e arriva a non riuscire più a pagare l’affitto. Nel primo caso, nel corso del 2018, sono stati 12 gli sfratti nel solo comune capoluogo. I secondi sono stati 191. In tutta la provincia di Rimini, però, i numeri sono in discesa già da qualche anno. Da gennaio a dicembre del 2018, sono state presentate agli ufficiali giudiziari 1.091 richieste di sfratto. 144 quelle eseguite con il supporto della forza pubblica. Numeri che dal 2014 ad oggi si sono contratti di circa la metà. Cinque anni fa, infatti, le richieste presentate erano state 1.700 e gli sfratti 300. Il Comune di Rimini guarda con favore alla riduzione, soprattutto sul fronte delle morosità, ricordando il fondo da 350mila euro predisposto per l’estinzione delle procedure di sfratto, i depositi cauzionali e i contributi d’affitto. 60 le famiglie che ne hanno usufruito fino ad ora. “La casa continua ad essere la criticità sociale principale”, afferma la vicesindaca di Rimini Gloria Lisi, la quale aggiunge: “In assenza di interventi strutturali a livello nazionale, abbiamo deciso di investire localmente”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi