RIMINI: Panettiere in manette a Morciano, si teme infiltrazione mafiosa

Cronaca
RIMINI: Panettiere in manette a Morciano, si teme infiltrazione mafiosa Un panettiere calabrese di 37 anni è finito in manette con l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso, spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione di armi da fuoco. L’operazione coordinata a livello locale dai carabinieri di Morciano di Romagna mira a smantellare una rete di esponenti della cosca Cerra Torcasio Gualtieri, appartenente alla ‘ndrangheta, di cui il panettiere farebbe parte assieme ad altri 27 sospetti malavitosi, tutti destinatari di altrettante ordinanze di custodia cautelare emesse su richiesta della procura di Catanzaro. L’uomo arrestato nel riminese è considerato fiduciario del presunto boss Ottorino Ranieri, detenuto in carcere.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi