RIMINI: Pasticcera mette in fuga i rapinatori, la polizia li arresta

Cronaca
RIMINI: Pasticcera mette in fuga i rapinatori, la polizia li arresta Ha lanciato i piatti contro i due che la minacciavano Armati di pistola giocattolo e mazza da baseball, hanno fatto irruzione in una pasticceria, tentando una rapina fallita solo grazie al coraggio della titolare. Fuggiti senza bottino hanno riprovato con due colleghe in pausa pranzo al parco, finendo in manette. E' successo a Rimini, dove la polizia ha arrestato in flagranza di reato due giovani, un 27enne di Rimini e un 28enne di Forlì finiti in manette per il colpo al parco e denunciati a piede libero per il tentato in pasticceria. Questa mattina poco dopo le 12.30, i due hanno fatto irruzione nel negozio armati di pistola, poi rivelatasi giocattolo, e mazza da baseball. Hanno minacciato così la titolare del negozio chiedendo la consegna della cassa. La donna non si è persa d'animo e ha scagliato contro il rapinatore con la pistola finta dei piatti di ceramica, poi quando il complice ha reagito spaccando con la mazza una vetrina, la pasticcera ha scaraventato contro il ragazzo uno sgabello. A quel punto i due sono scappati senza bottino, prendendo di mira un paio d'ore dopo, due donne sedute su una panchina del parco di via Marzabotto. Sotto la minaccia della pistola giocattolo si sono fatti consegnare le borse. Le due colleghe hanno immediatamente chiamato la polizia. Gli agenti delle Volanti della Questura hanno ammanettato uno dei due rapinatori poco lontano. Il complice è stato identificato dopo qualche ora e a casa gli agenti gli hanno trovato la mazza da baseball usata in pasticceria.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi