RIMINI: Richiedente asilo condannato a tre anni per violenza sessuale

Cronaca
RIMINI: Richiedente asilo condannato a tre anni per violenza sessuale Molestie, messaggini, palpamenti. Un giovane richiedente asilo della Guinea è stato condannato giovedì a tre anni di carcere per violenza sessuale ai danni di un’operatrice della Croce rossa che lavora come volontaria nel centro di accoglienza di Rimini che lo ospitava. Dapprima lo straniero ha tentato un approccio con avances e complimenti, rispediti al mittente dalla vittima. A cui però sono seguìti episodi più gravi. Secondo quanto ricostruito dall’accusa, in un caso il giovane ha tentato di palparla in un magazzino della struttura, altri ospiti sono intervenuti allarmati dalle urla della donna. Durante un successivo viaggio in auto ha allungato nuovamente le mani. Al rifiuto della donna ha cominciato a molestarla via telefono. Il giovane è stato trasferito in altro centro, dopo avere scontato la pena verrà espulso dal Paese.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi