RIMINI: Sequestro Petroltecnica, corsa contro il tempo per salvare 35 posti di lavoro | VIDEO

Attualità
RIMINI: Sequestro Petroltecnica, corsa contro il tempo per salvare 35 posti di lavoro | VIDEO È corsa contro il tempo nell’azienda Rovereta del gruppo riminese Petroltecnica per salvare 35 posti di lavoro. Lo stabilimento è stato sequestrato dalla magistratura e i dirigenti si dicono sconcertati per le accuse. Trentacinque le famiglie che nelle prossime settimane rischiano di perdere uno stipendio dopo il sequestro dello stabilimento Rovereta imposto dalla magistratura. I responsabili del gruppo riminese Petroltecnica, a cui fa capo l’impianto, hanno indetto una conferenza stampa per esprimere tutto il loro disappunto nei confronti della relazione tecnica del Tribunale. Un prolungato stop ai lavori rischia di far perdere all’azienda l’autorizzazione per il trattamento dei rifiuti con il conseguente fallimento della stessa e con ripercussioni serie su tutto il gruppo. Le indagini erano partite dopo alcuni esposti di residenti della zona che lamentavano la presenza di cattivi odori. “Non ci sono state forniti riscontri oggettivi su ciò che ci accusano, ma solo considerazioni soggettive del perito non suffragate da dati”, è il senso di quanto detto all’incontro. A Rovereta viene contestato un “danno alle risorse ambientali con la compromissione della matrice aria”. Ma secondo l’azienda non è stato dimostrato un legame tra la propria attività e questo fenomeno, anche perché – aggiungono – vi sono decine di stabilimenti industriali adiacenti che avrebbero potuto contribuire ai cattivi odori. In questo periodo Petroltecnica ha investito 200mila euro nel miglioramento degli impianti, ma sul capannone oggetto di sequestro non si può intervenire. L’azienda si è rivolta al Tribunale del Riesame nella speranza di un dissequestro: la risposta arriverà verso la metà di aprile.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi