RIMINI: Sospende le cure e la contagia con hiv, arrestato untore

Cronaca
RIMINI: Sospende le cure e la contagia con hiv, arrestato untore I Carabinieri di Rimini hanno eseguito una misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un presunto untore. Le indagini sono state avviate nell’agosto scorso dopo la denuncia sporta da una donna che, casualmente, era venuta a conoscenza che il partner era positivo all’HIV. Le immediate investigazioni hanno confermato che l’uomo, un 39enne brasiliano, ne era affetto da alcuni anni e che lo stesso dal 2017 aveva sospeso volontariamente la terapia farmacologica, di averla ripresa poi sporadicamente nel 2018 per poi interromperla totalmente, aumentando esponenzialmente il rischio di contagio in caso di rapporti sessuali non protetti. Gli accertamenti hanno permesso di risalire con certezza a quattro donne, conosciute tramite social su piattaforma Internet, le quali, ignare dello stato di salute dell’uomo, hanno confermato di aver avuto rapporti sessuali non protetti con l’indagato, e per una di queste, purtroppo, i test hanno dato un esito positivo. Alla luce delle risultanze emerse e documentate, l’Autorità giudiziaria competente ha emesso la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti dell’uomo. Le indagini proseguono per risalire, attraverso l’analisi del PC utilizzato dall’arrestato, ai contatti avvenuti con altre donne attraverso i “Social Network” e chat varie e alle effettive frequentazioni sentimentali dell’arrestato. I particolari verranno illustrati in una conferenza stampa alle ore 11 al Comando Provinciale Carabinieri di Rimini. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi