ROMAGNA: Il turismo vale il 30% della ricchezza, oltre 13mila euro per ogni riminese | VIDEO

Economia
ROMAGNA: Il turismo vale il 30% della ricchezza, oltre 13mila euro per ogni riminese | VIDEO Il turismo in Romagna non è solo una politica dell’accoglienza consolidata nel tempo, ma anche una florida industria. Secondo uno studio di Unioncamere curata da Guido Caselli, e ripreso dal Sole24Ore, il Pil turistico, inteso come valore aggiunto calcolato per ogni cittadino, qui è tra i più alti in Italia. In particolare Rimini è la seconda provincia del Paese, seconda in classifica solo a Bolzano e addirittura prima di Venezia: ogni cento euro di ricchezza prodotta, oltre 30 euro si devono al turismo. Tradotto in altri termini, ogni riminese viene in media arricchito di 13.714 euro dal business delle vacanze. Anche Ravenna si posiziona nei primi posti della graduatoria nazionale, con 6.585 euro di Pil turistico procapite. Forlì-Cesena segue con un’incidenza del valore aggiunto del 17,9 per cento. Guardando al panorama regionale, il valore turistico dell’Emilia-Romagna risulta pari a 16,2 miliardi di euro, quasi il 12 per cento del totale. In questo campo la Romagna è assoluta regina in confronto ai cugini emiliani: dei 16 miliardi, 9 sono realizzati nelle province di Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena. Se in Romagna il turismo pesa per quasi il 30 per cento sull’economia, in Emilia la quota scende al 6,6 per cento. Allargando l’orizzonte allo Stivale, quattro regioni (Veneto, Lombardia, Toscana e Lazio) valgono da sole la metà dei 183 miliardi di ricchezza generata dal turismo in Italia. Le province peggiori del Paese sotto questo profilo sono Benevento, Lodi e Avellino, al quartultimo posto della lista a sorpresa c’è Caserta con la sua meravigliosa reggia. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi