ROMAGNA: L’Ausl acquista 6.000 test rapidi Simplexa per la ricerca del Coronavirus | VIDEO

Attualità
ROMAGNA: L'Ausl acquista 6.000 test rapidi Simplexa per la ricerca del Coronavirus | VIDEO Dopo l’ok venerdì scorso dell’autorità americana per i prodotti farmaceutici, si avvia a livello mondiale la commercializzazione del test Simplexa Covid-19 dell’azienda italiana Diasorin. Il test consente l’individuazione del coronavirus in un’ora anziché in sette. Tra i primi acquirenti c’è anche l’Ausl Romagna che ne ha ordinati 6.000. Come riporta questa lettera, datata 16 marzo, è stata la multinazionale operante nel settore della diagnostica, con sede in provincia di Vercelli, a scrivere direttamente al laboratorio di Microbiologia di Pivesestina facendo la propria offerta. L’Ausl, come si legge in quest’altro documento dalla sua bacheca per le determinazioni pubbliche e datato 19 marzo, ha accolto l’offerta. I test verranno analizzati dagli strumenti Liaison messi a disposizione gratuitamente. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, la società “avrebbe tagliato i prezzi di fornitura del 25% per un tema di responsabilità sociale”. In particolare, per l’Ausl Romagna l’ordine vale 150.000 euro più iva. Il prodotto sarà commercializzato presumibilmente dal primo aprile in attesa della validazione europea. La relazione tecnica del test spiega che il Simplexa “consente il rilevamento qualitativo in vitro dell’Rna del virus a partire dai tamponi nasofaringei”. Questo significa che il test molecolare “non fornisce informazioni sul valore quantitativo dei microrganismi rilevati presenti”. Intanto le azioni di Diasorin sono cresciute in Borsa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi