ROMAGNA: Sicurezza, carenza di personale a Forlì, Cesena e Rimini

Attualità
ROMAGNA: Sicurezza, carenza di personale a Forlì, Cesena e Rimini Non convince affatto i poliziotti di Forlì-Cesena il piano del ministero dell'Interno di potenziamento degli agenti per il periodo 2019/2020. Il sindacato di polizia Siulp ha espresso forte preoccupazione riguardo a quanto previsto per la Questura della provincia romagnola, nonostante i precedenti impegni presi dal Governo. "I rinforzi sono assolutamente insoddisfacenti – dicono – e serviranno solo a sostituire i colleghi che andranno in quiescenza". L'organico risulta in deficit del 20 per cento ed è prossima la riapertura del posto di polizia presso l'Aeroporto Ridolfi che per il Siulp "rischia di portare al collasso" gli uffici interni della Questura e del Commissariato di Cesena. Sono varie le specialità che sentono il bisogno di essere rinforzate, a partire dalla polizia Postale per il sensibile aumento dei reati informatici. Rinforzi che, ricorda il sindacato, sono in arrivo in quasi tutta Italia tranne che a Forlì e per questo è stata inviata una richiesta di incontro ai parlamentari locali e al prefetto. Solito sapore dolce amaro, invece, per i rinforzi delle forze dell'ordine che arrivano come ogni estate a Rimini. Numeri importanti, 400 unità, ma solo da luglio, alcuni uomini addirittura da agosto quando gli eventi più grandi dell'estate saranno già trascorsi come la Notte Rosa e la Molo Street Parade. "Cambiano i governi, non cambia la scarsa attenzione per Rimini", ha sbottato sul Carlino l'assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi