ROMAGNA: Specializzandi negli ospedali, trovato l’accordo tra Ausl e Università | VIDEO

Attualità
ROMAGNA: Specializzandi negli ospedali, trovato l'accordo tra Ausl e Università | VIDEO In arrivo forze fresche per gli ospedali romagnoli. Stiamo parlando degli specializzandi dei corsi di medicina dell’università che, dall’inizio di quest’anno, potranno prestare servizio nei nosocomi del territorio. Il tutto grazie a un accordo tra Alma Mater e Ausl Romagna, quest’ultima si occuperà della formazione sul campo dei giovani neolaureati mentre il polo universitario penserà al pagamento degli stipendi. Gli aspiranti medici, di età compresa tra i 25 e i 26 anni, saranno impiegati in turni di massimo sei mesi nei vari reparti ospedalieri e nel campo della ricerca scientifica. Tra le prime strutture che beneficeranno di questa nuova forza lavoro ci sono l’ospedale Infermi di Rimini e il Morgagni-Pierantoni di Forlì, il tutto grazie al riconoscimento degli standard richiesti per svolgere attività di formazione specialistica, attestato che le strutture romagnole hanno ottenuto grazie a un decreto del Ministero della Salute. “E’ una svolta epocale – sottolinea il primario del reparto di Chirurgia di Forlì Giorgio Ercolani – Gli specializzandi dovranno svolgere attività clinica e assistenziale in reparto, formarsi in camera operatoria e dare il proprio contributo in laboratorio. Il tutto sotto lo stretto controllo di un medico.” E per quanto riguarda la chirurgia, Forlì non è certo rimasta ad aspettare “Abbiamo già preso sotto la nostra tutela due specializzandi – continua Ercolani – il primo è già al lavoro mentre il secondo arriverà per la fine di gennaio”. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi