26 OTTOBRE 2023

16:06

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

530 visualizzazioni


26 OTTOBRE 2023 - 16:06


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

530 visualizzazioni



BOLOGNA: Iniziato l’iter per la quotazione in borsa della società BolognaFiere | VIDEO

Passi importanti per il complesso fieristico di Bologna con l’apertura della procedura per la quotazione in borsa

 BolognaFiere entra in borsa. Con due libere approvate dalla giunta comunale, è stato designato un aumento di capitale di 15 milioni di euro, l’ampliamento del diritto di superficie che abbraccerà il Parco Nord (per un valore di mercato di 4,8 milioni di euro e della durata di 30anni) e la successiva quotazione in borsa. Fasi inziali di un iter importante per il complesso fieristico e per la città, sotto l’aspetto economico, commerciale e turistico, soprattutto dopo le difficoltà legate al Covid e successivamente superate.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

SARSINA: Ripartiti gli scavi del Tempio Romano

Gli scavi archeologici nell'area del tempio tripartito di età romana del sito di Sarsina (Forlì-Cesena) possono ripartire a seguito della prima messa in sicurezza del sito, realizzata grazie all'accordo tra l'Istituto centrale per l'Archeologia del Ministero della Cultura, il dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso pubblico e della Difesa civile - Comando di Forlì-Cesena, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e il comune di Sarsina. Sono terminate le operazioni di predisposizione dell'area, interessata da rischio idrogeologico. L'intervento, finanziato dall'Istituto centrale per l'Archeologia del Mic, si è reso necessario per garantire il prosieguo delle attività di indagine archeologica, oltre che le future fasi di restauro e valorizzazione del sito. La prima fase delle operazioni ha riguardato la salvaguardia del sito secondo il principio del "minimo intervento". Potranno ora riprendere le indagini sul campo a cura di archeologi professionalmente qualificati diretti dalla Soprintendenza, che curerà anche la divulgazione dei nuovi risultati delle ricerche. L'importante scoperta archeologica - un tempio tripartito riconducibile all'età romana, con adiacenti strutture altomedievali - era stata ufficializzata lo scorso settembre 2023 durante le Giornate europee del patrimonio. Sono stati individuati resti di una struttura quadrangolare di grandi dimensioni che si può ricollegare a un edificio di culto di età romana, datato in via preliminare al I sec. a.C., coevo con la pavimentazione in lastre di pietra arenaria del foro lasciate a vista nella vicina area archeologica pubblica e ritrovate anche alla base delle evidenze strutturali messe in luce. L'eccezionalità di tale rinvenimento consiste anche nel suo stato di conservazione.