16 GENNAIO 2024

17:00

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

747 visualizzazioni


16 GENNAIO 2024 - 17:00


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

747 visualizzazioni



RIMINI: Sanità, inaugurata la Cot per pazienti fragili | VIDEO

Più integrazione tra professionisti e maggiore prossimità per garantire al cittadino una presa in carico tempestiva e globale. Ecco ciò a cui punta la nuova Centrale operativa territoriale (Cot) di Rimini, entrata in funzione lunedì, che funge da hub di riferimento provinciale.

La Cot vuole rappresentare il luogo del coordinamento tra ospedale e territorio per i pazienti con bisogni complessi. Allestita in un edificio al piano terra dell’ospedale Infermi, è il risultato di un investimento di 240.000 euro dell’Ausl Romagna finanziato dal Pnrr. Alla centrale potranno rivolgersi non i privati cittadini, bensì medici, ospedali e altri nodi della rete sociale che assistono il paziente. I destinatari sono i cosiddetti fragili, persone prevalentemente anziane, o con disabilità o malattie invalidanti, che nella maggior parte dei casi oggi presentano un quadro composto da più patologie che coesistono, e che dunque richiedono di prendersi cura di loro a 360 gradi.

“La Centrale Operativa Territoriale è l’esempio lampante che per realizzare la prossimità delle cure, principio guida della sanità di oggi e di domani, servono anche cambiamenti organizzativi e non solo strutturali, insieme a professionisti competenti, in costante formazione, per rispondere ai bisogni dei cittadini”, afferma Tiziano Carradori, direttore generale di Ausl Romagna.

“Dal secondo semestre 2024 amplieremo la nostra attività interfacciandoci anche con altri servizi Ausl e con gli Enti locali”, aggiunge Jessica Busignani, coordinatrice Cot Rimini.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

CESENA: Parlare ai bambini della tristezza, due incontri in Malatestiana

Il Centro per le Famiglie e il Servizio per il diritto di visita e di relazione So.Stare, di Cesena propongono due giornate per riflettere insieme su come sia difficile ma necessario pensare e parlare di momenti tristi e dolorosi con bambini e bambine Come adulti abbiamo il desiderio di proteggere i nostri bambini e bambine, ragazzi e ragazze da situazioni difficili e dolorose, questo tuttavia non ci legittima ad evitare di parlare di violenza, di sofferenza, di morte. Ci dovrebbe piuttosto incoraggiare a creare e sostenere spazi di cura, di ascolto e di parola per poter accogliere le emozioni dei più piccoli/e, restituire narrazioni e immagini conciliabili e possibili. Il primo incontro si terrà venerdì 10 maggio alle ore 15.00, con la visione del film documentario “Le buone intenzioni” (Italia, 2016) - Regia di Beatrice Segolini e Maximilian Schleuber. La visione del film sarà seguita da un dialogo tra la regista, Beatrice Segolini, la madre Lorella Zanotto e Paola Bastianoni, psicologa, professoressa associata di Psicologia dinamica presso l'Università degli Studi di Ferrara e i presenti. La proiezione è organizzata in collaborazione con ZeLIG - Scuola di documentario di Bolzano e grazie all‘incontro con Rara - Scuola di orientamento allo studio delle arti Forlì. Il secondo incontro “Educare alla morte, al lutto, alla perdita. Accompagnare i più piccoli nella comprensione e nell’elaborazione del lutto” si terrà sabato 11 maggio alle ore 9.30. Interverranno: Paola Bastianoni, Ilaria Contado del gruppo Eduscaffolders, Università di Ferrara, Pietro Bolognese, illustratore del libro “La biblioteca del signor la morte” e Emanuele Ortu pedagogista. I Relatori dialogheranno con i presenti per condividere strumenti per accompagnare i bambini e le bambine a conoscere ed elaborare l’esperienza del lutto e della perdita. Le due giornate saranno introdotte dalla Presidente dell’ASP Maria Elena Baredi che assieme alla Responsabile dell’Area Famiglie e Minori dell’ASP Claudia Piancastelli hanno ideato l’iniziativa. Gli incontri si terranno presso la sala proiezioni della Biblioteca Malatestiana in piazza M. Bufalini 1, Cesena. Tutti e due gli eventi sono gratuiti e rivolti a operatori della tutela, educatori, insegnanti, genitori e aperti a tutta la cittadinanza. Per partecipare è necessaria la prenotazione: Centro per le Famiglie 0547 333611 centrofamiglie@comune.cesena.fc.it.