20 FEBBRAIO 2024

15:22

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

483 visualizzazioni


20 FEBBRAIO 2024 - 15:22


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

483 visualizzazioni



EMILIA-ROMAGNA: 13 milioni di euro per la digitalizzazione del trasporto pubblico

Nuovi investimenti per la regione Emilia Romagna, grazie ai fondi del Pnrr, per la digitalizzazione del trasporto pubblico e la realizzazione di una piattaforma digitale nazionale

In partenza il progetto sperimentale regionale “Mobility as service for Italy”, finanziato dal Pnrr, per la realizzazione di un’unica piattaforma nazionale per il trasporto pubblico. Alla base l’upgrade della già esistente piattaforma Roger, con un investimento da oltre 13 milioni di euro e la possibilità di organizzare il proprio viaggio comodamente online, spostandosi da una regione all’altra. L’obiettivo è rendere il trasporto pubblico sempre più competitivo rispetto al mezzo privato, a vantaggio dei cittadini, delle città e dell’ambiente. Un momento anche per fare il punto sulle linee ferroviarie Bologna- Porretta e Ravenna-Rimini, dopo gli ultimi disagi e sulla mobilità bolognese tra città 30 e cantieri dovuti al tram.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

ROMAGNA: Bignami, "Regione E-R faccia pulizia alvei fiumi"

"Avevo assunto l’impegno di fare il punto con l’Amministratore Delegato di RFI Gianpiero Strisciuglio sulla situazione del Ponte ferroviario che attraversa Sant’Agata sul Santerno e su cui si concentra la preoccupazione della popolazione. L’AD ha assunto l’impegno, entro il mese di settembre, di concludere l’iter di realizzazione del progetto definitivo per la revisione dell’assetto ferroviario dell’attraversamento. Tuttavia i tecnici sottolineano come anche un rifacimento dell'infrastruttura che non sia accompagnata da opere di manutenzione e pulizia puntuali e periodiche su tutto il tronco fluviale rischi di vanificare qualsiasi intervento infrastrutturale che, tra l’altro, presenta costi assai ingenti quantificabili nell’ordine di alcune decine di milioni di euro. Si corre dunque il rischio più che concreto di trovarci nel giro di poco tempo in una situazione analoga a quella esistente. È pertanto necessario che da parte della Regione (Emilia-Romagna, ndr) ci sia un impegno sulla pulizia dei corsi d'acqua e di tutto il reticolo idrografico, con particolare riguardo alle situazioni di maggiore delicatezza quali quelle di Santerno. Diversamente si buttano via i soldi degli italiani e non si mette in sicurezza nulla". Così il viceministro alle infrastrutture e trasporti Galeazzo Bignami. 'Quindi è necessario che in parallelo alla redazione del definitivo, la Regione presenti un piano e una programmazione sistematica di pulizia degli alvei e di tutti i manufatti che presentano interferenze con il normale decorso dei flussi idrici. Confidiamo quindi che la Regione lo faccia subito visto che, a un anno dall'alluvione non ha ancora portato a compimento questa operazione e che i cittadini ci diano forza in questa richiesta"