27 FEBBRAIO 2024

15:17

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

410 visualizzazioni


27 FEBBRAIO 2024 - 15:17


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

410 visualizzazioni



RIMINI: Osservatorio criminalità, accordo con Assemblea legislativa su educazione | VIDEO

L’Osservatorio sulla criminalità organizzata della provincia di Rimini ha avviato una collaborazione con l’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna sul fronte dell’educazione alla legalità. Si parte con un spettacolo sulla lotta alla mafia.

 

Da oltre 10 anni l’Osservatorio sulla criminalità organizzata della provincia di Rimini analizza il fenomeno del radicamento mafioso sul territorio. Un percorso su cui si innesta ora una collaborazione con l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna volta all’educazione alla legalità delle nuove generazioni.

La prima iniziativa di questa collaborazione è la partenza da Cattolica, il 17 marzo, dello spettacolo ‘Il tempo attorno’ di Giuliano Scarpinato sulla lotta alla mafia raccontata dal figlio di due magistrati antimafia.

Il tempo attorno, ispirato al vissuto reale di Giuliano Scarpinato, dei suoi genitori, Roberto Scarpinato e Teresa Principato magistrati antimafia e degli agenti della scorta che li hanno affiancati per anni, racconta gli accadimenti avvenuti dagli anni ’80 in poi: le stragi Falcone e Borsellino, l’omicidio del piccolo Di Matteo, il “processo del secolo” a carico dell’uomo più potente d’Italia, Giulio Andreotti. Tutto questo entra prepotentemente nella casa del protagonista che vede volar via l’amore dei suoi genitori, l’innocenza dell’infanzia e ogni certezza, a partire da quella della vita stessa.

Parte quindi da Cattolica, domenica 17 marzo (Teatro della Regina alle 17), per poi proseguire a Bologna (lunedì 19 marzo - Arena del Sole alle 10) e chiudersi martedì 20 marzo con un doppio spettacolo a Correggio (Teatro Asioli alle 10 e 20.30) l’inedito tour nei teatri emiliano romagnoli dello spettacolo teatrale Il tempo attorno, scritto e diretto da Giuliano Scarpinato.

 

 




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

EMILIA-ROMAGNA: Dengue, Angelini, “In arrivo nuovo vaccino a pagamento"

Il Brasile sta attraversando un’emergenza di sanità pubblica: i casi probabili di Dengue continuano ad aumentare e sfiorano i 3 milioni. Nessun allarme, comunque, per il nostro Paese. Ma cosa fare se si ha in programma un viaggio in Brasile o in un altro dei Paesi in cui la malattia è endemica? Serve vaccinarsi? La regione Emilia-Romagna sta acquistando un certo quantitativo del nuovo vaccino contro la Dengue, dichiara la direttrice del dipartimento di igiene pubblica dell’AUSL Romagna Raffaella Angelini, vaccino che sarà distribuito alle varie aziende sanitarie, sarà a pagamento per chi ne farà richiesta ed è consigliato per coloro che hanno in programma un viaggio nelle aree dove la Dengue circola ampiamente. Bisogna sottolineare, dice la direttrice, che il vaccino ha bisogno di due somministrazioni a tre mesi di distanza l’una dall’altra per cui occorre ben pro-grammare la vaccinazione in relazione alla data di partenza. Si raccomanda inoltre massima attenzione da parte di chi proviene da un paese a rischio: le persone provenienti da zone in cui la malattia è endemica, si consiglia di recarsi tempestivamente al pronto soccorso o nei centri di malattie del viaggiatore se nei primi giorni successivi al rientro compaiono sintomi simil-influenzali, conclude la direttrice Angelini.