12 GIUGNO 2024

15:51

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

175 visualizzazioni


12 GIUGNO 2024 - 15:51


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

175 visualizzazioni



BOLOGNA: Lavori tram, scoperto un pezzo del canale di via Riva Reno | VIDEO

Si lavora senza sosta in centro a Bologna per i lavori legati al tram: dopo via Riva Reno, nelle prossime settimane inizieranno i lavori nel cuore della città tra Ugo Bassi e Indipendenza.

A Bologna continuano i lavori legati alla linea rossa del tram. In via Riva Reno è stato scoperchiato il primo tratto del canale, messo nel 1956, per lavori di consolidamento e che successivamente sarà richiuso. Caso diverso per il secondo tratto del canale in direzione via San felice, dove la copertura verrà rimossa totalmente e si potrà ammirare la vista dell’acqua.  Un momento anche per fare il punto sui prossimi cantieri in città che si attiveranno in via Ugo Bassi e via Indipendenza e che dovrebbero terminare nel 2025: si partirà dalla stazione sino all’incrocio con via dei Mille e via Irnerio, per proseguire successivamente verso il centro. Ovviamente non mancano i disagi: Confabitare ha segnalato problemi in via Brugnoli per il troppo traffico e il rischio di incidenti; immediata la risposta dell’amministrazione comunale.

Il sindaco di Bologna Matteo Lepore: "E' un momento importante per la città, dopo qui sarà molto più bello. Presto questo tratto sarà molto animato, una bella opportunità per tutta la città, tutta l'area sarà più bella e acquisterà valore. Nessuna preoccupazione suo lavori del tram, stiamo rispettando i tempi e il cronoprogramma, affronteremo i disagi se ci saranno".




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

SARSINA: Ripartiti gli scavi del Tempio Romano

Gli scavi archeologici nell'area del tempio tripartito di età romana del sito di Sarsina (Forlì-Cesena) possono ripartire a seguito della prima messa in sicurezza del sito, realizzata grazie all'accordo tra l'Istituto centrale per l'Archeologia del Ministero della Cultura, il dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso pubblico e della Difesa civile - Comando di Forlì-Cesena, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e il comune di Sarsina. Sono terminate le operazioni di predisposizione dell'area, interessata da rischio idrogeologico. L'intervento, finanziato dall'Istituto centrale per l'Archeologia del Mic, si è reso necessario per garantire il prosieguo delle attività di indagine archeologica, oltre che le future fasi di restauro e valorizzazione del sito. La prima fase delle operazioni ha riguardato la salvaguardia del sito secondo il principio del "minimo intervento". Potranno ora riprendere le indagini sul campo a cura di archeologi professionalmente qualificati diretti dalla Soprintendenza, che curerà anche la divulgazione dei nuovi risultati delle ricerche. L'importante scoperta archeologica - un tempio tripartito riconducibile all'età romana, con adiacenti strutture altomedievali - era stata ufficializzata lo scorso settembre 2023 durante le Giornate europee del patrimonio. Sono stati individuati resti di una struttura quadrangolare di grandi dimensioni che si può ricollegare a un edificio di culto di età romana, datato in via preliminare al I sec. a.C., coevo con la pavimentazione in lastre di pietra arenaria del foro lasciate a vista nella vicina area archeologica pubblica e ritrovate anche alla base delle evidenze strutturali messe in luce. L'eccezionalità di tale rinvenimento consiste anche nel suo stato di conservazione.