12 GIUGNO 2024

10:43

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

394 visualizzazioni


12 GIUGNO 2024 - 10:43


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

394 visualizzazioni



RIMINI: Borse di studio agli studenti meritevoli del "Gobetti" di Morciano | FOTO

Gli studenti meritevoli frequentanti il quinto anno dell’ISISS “Gobetti-De Gasperi” di Morciano di Romagna hanno vissuto un’esperienza ricca di emozione e gratificazione grazie alla XIII edizione “Dott. Giuseppe Montanari” e “Cav. Oreste Angelini”, durante la quale sono stati consegnati nove assegni e numerose attestazioni di merito. Le Borse di Studio, relative all’a.s. 2023/2024, con un montepremi pari a 2500 euro, sono state finanziate da LIONS club, ADA onlus e Leo Club Valle del Conca, rappresentati da Roberto Guerra, Stefano Pompei ed Ezio Angelini.

Gli assegni e gli attestati di merito sono stati consegnati, tra gli applausi dei presenti e la gioia degli studenti premiati, dalla prof.ssa Daniela Zappelli, vicepreside della scuola, dal Coordinatore del Progetto, prof. Giuseppe Cirrincione, e dalla prof.ssa Angela Carolei.

Hanno ricevuto la Borsa di Studio gli studenti Pulizzotto Davide (Classe 5^R – Liceo Linguistico), Simoncelli Laura (Classe 5^Q- Liceo Scienze Umane), Pintus Sofia Janna e Sivieri Annalisa (Classe 5^ A- Amministrazione Finanza e Marketing), Ngosa K. Mathilde (classe 5^ E- Servizi Commerciali), Mambrito Erik (classe 5 ^ K- Elettronica e Elettrotecnica- Robotica), Bartolini Simone (Classe 5^ L- Meccanica Meccatronica ed Energia), Perugini Matteo (Classe 5^ H- Manutenzione e assistenza Tecnica), Franca Luciano (classe 5 ^ J- Informatica). Roberto Guerra, Presidente della Scuola Superiore dei Lions Clubs “Maurizio Panti” ha proposto l’assegnazione di due Borse di Studio “Oreste Angelini – Giuseppe Montanari”, al fine di favorire l’inserimento dei giovani diplomati nel mondo del lavoro.

Le Borse di Studio, finanziate dal Lions Club Valle del Conca di Morciano di Romagna, infatti consentiranno la partecipazione al corso “Giovani Imprenditori e Aspiranti Manager d’Azienda".




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

FERRARA: Doppia operazione pacemaker e femore per 106enne all'ospedale di Cento

Prima l'impianto di un pacemaker e poi, a stretto giro, un intervento al femore: a rendere “speciale” il susseguirsi di queste due operazioni chirurgiche, svolte all'Ospedale di Cento nel Ferrarese, l'età della paziente: una signora di 106 anni, Aide Borgatti, classe 1918, nata negli Stati Uniti d'America, dove il padre - racconta l'Ausl in una nota - si era trasferito durante la prima guerra mondiale e che, agli inizi di maggio, si è fratturata il femore destro. Subito dopo l'incidente l'anziana è stata ricoverata presso la divisione di Ortopedia del nosocomio centese diretta dal dottor Luca Castagnini dove dopo alcune ore è stata sottoposto ad un intervento di osteosintesi della frattura. Sempre all'ospedale di Cento la signora era stata sottoposta ad impianto di pacemaker. "Chiaramente una paziente di 106 anni pone qualche preoccupazione - osserva il dottor Castagnini -: questo nonostante le sue condizioni generali fossero buone. La frattura del femore nell'anziano, in passato, prima dell'avvento di nuove metodiche chirurgiche, rappresentava un fattore prognostico infausto per molti pazienti. Questo in relazione soprattutto alla necessità di un allettamento prolungato". Dieci giorni dopo il ricovero la signora Aide è stata trasferita, per proseguire la fisioterapia prima in una lungodegenza, poi presso una struttura riabilitativa, dove tuttora prosegue la rieducazione al cammino. Al controllo, ad un mese dall'intervento, sta bene.