16 GIUGNO 2024

06:36

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

701 visualizzazioni


16 GIUGNO 2024 - 06:36


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

701 visualizzazioni



EMILIA.ROMAGNA: Oggi sciopero dei treni, disagi in vista

Disagi in vista per chi viaggia domenica e nelle prime ore di lunedì per uno sciopero nazionale del personale mobile delle società di Trenitalia, Trenitalia Tper. Lo sciopero in Trenitalia è stato proclamato dalla sigla sindacale autonoma Assemblea nazionale pdm/pdb (personale di macchina e personale di bordo) dalle ore 3 di domenica 16, alle ore 2 di lunedì 17 giugno. "Lo sciopero nazionale potrà avere ripercussioni sulla circolazione ferroviaria e comportare possibili cancellazioni totali e parziali di Frecce, Intercity, treni del Regionale di Trenitalia e di Trenitalia Tper", avverte Trenitalia, sottolineando che gli effetti, in termini di cancellazioni e ritardi, "potranno verificarsi anche prima e protrarsi oltre l'orario di termine dello sciopero". La società invita tutti i passeggeri a informarsi prima di recarsi in stazione e, ove possibile, a riprogrammare il viaggio. Anche il personale dei treni regionali di Trenord a Milano e in Lombardia si fermerà nelle stesse ore, dopo uno stop proclamato da Uiltrasporti e Orsa ferrovie. Nelle stesse ore incrocerà le braccia anche il personale di bordo del trasporto ferroviario regionale della Campania. I sindacati regionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast e Orsa hanno proclamato lo sciopero di 23 ore per "rivendicare migliori condizioni lavorative" per il Personale Equipaggi Trenitalia Dbr Campania.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

FERRARA: Doppia operazione pacemaker e femore per 106enne all'ospedale di Cento

Prima l'impianto di un pacemaker e poi, a stretto giro, un intervento al femore: a rendere “speciale” il susseguirsi di queste due operazioni chirurgiche, svolte all'Ospedale di Cento nel Ferrarese, l'età della paziente: una signora di 106 anni, Aide Borgatti, classe 1918, nata negli Stati Uniti d'America, dove il padre - racconta l'Ausl in una nota - si era trasferito durante la prima guerra mondiale e che, agli inizi di maggio, si è fratturata il femore destro. Subito dopo l'incidente l'anziana è stata ricoverata presso la divisione di Ortopedia del nosocomio centese diretta dal dottor Luca Castagnini dove dopo alcune ore è stata sottoposto ad un intervento di osteosintesi della frattura. Sempre all'ospedale di Cento la signora era stata sottoposta ad impianto di pacemaker. "Chiaramente una paziente di 106 anni pone qualche preoccupazione - osserva il dottor Castagnini -: questo nonostante le sue condizioni generali fossero buone. La frattura del femore nell'anziano, in passato, prima dell'avvento di nuove metodiche chirurgiche, rappresentava un fattore prognostico infausto per molti pazienti. Questo in relazione soprattutto alla necessità di un allettamento prolungato". Dieci giorni dopo il ricovero la signora Aide è stata trasferita, per proseguire la fisioterapia prima in una lungodegenza, poi presso una struttura riabilitativa, dove tuttora prosegue la rieducazione al cammino. Al controllo, ad un mese dall'intervento, sta bene.