10 GIUGNO 2023

13:12

NOTIZIA DI CRONACA

DI

962 visualizzazioni


10 GIUGNO 2023 - 13:12


NOTIZIA DI CRONACA

DI

962 visualizzazioni



BOLOGNA: Droga: 22 giovani indagati e 100 segnalati

L'indagine dei carabinieri della Compagnia di Molinella, nel Bolognese, è partita nel 2022 dalla segnalazione dei genitori di un ragazzino, convinti che il figlio fosse finito in un 'giro' di droga e facesse uso di hascisc e marijuana. Nel corso dei mesi, gli accertamenti coordinati dalla Procura hanno portato a indagare 22 persone, età compresa tra i 17 e i 27 anni, 10 dei quali minorenni all'epoca dei fatti e tutti indagati per cessione di sostanze stupefacenti. Quello che gli investigatori hanno scoperto è che, nel piccolo paese, c'era un vasto gruppo di studenti dediti all'acquisto di droghe, per uso personale e in alcuni casi per rivenderlo ad altri coetanei, per racimolare il denaro necessario a potersi a loro volta permettere il consumo. Tutto questo - spiegano i carabinieri- all'interno di un contesto sociale deviato in cui erano frequenti anche atti di bullismo, risse e episodi violenti. L'attività di osservazione, integrata dalle testimonianze di alcuni ragazzi coinvolti nella vicenda e dal contenuto delle chat dei servizi di messaggistica acquisiti dagli investigatori, ha portato all'identificazione dei 22 indagati. Per molti di loro, all'accusa di spaccio si aggiunge l'aggravante della cessione a minorenni o nei pressi degli istituti scolastici. Oltre ai 22 indagati, ai quali è stato notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari, un centinaio di giovanissimi saranno segnalati alla Prefettura come assuntori di stupefacenti.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

FORLÌ: Cosparge di feci l'auto dell'ex, arrestata 70enne

Una donna di 70 anni è stata arrestata dai carabinieri di Forlì nella notte scorsa, colta in flagrante mentre imbrattava l’auto dell’ex fidanzato coetaneo con le proprie deiezioni. L'uomo era diventato bersaglio di queste particolari 'attenzioni' fin dal marzo scorso, dopo la fine della relazione sentimentale conclusasi a gennaio per volontà di lui. La donna, non rassegnata alla rottura, aveva scelto un modo del tutto singolare e sgradevole per vendicarsi, cospargendo il veicolo dell’ex fidanzato di feci in almeno sei occasioni diverse. Sebbene non avesse prove concrete, la vittima aveva subito nutrito sospetti sulla ex partner e aveva formalizzato una denuncia ai carabinieri della stazione del Ronco, indicando la donna come probabile responsabile. Gli atti persecutori avevano indotto nell'uomo uno stato di ansia e paura così grave da costringerlo a modificare le proprie abitudini di vita, come evitare di uscire durante le ore notturne. A seguito di una serie di appostamenti mirati, i militari sono riusciti a sorprendere la donna in flagranza di reato, mentre era ancora in possesso di un bicchiere di plastica contenente le proprie deiezioni. La donna ha ammesso il gesto. L'arresto è stato convalidato e alla 70enne è stato applicato il braccialetto elettronico, con il divieto di avvicinarsi alla vittima entro un raggio di 500 metri.