8 MARZO 2024

15:25

NOTIZIA DI CRONACA

DI

443 visualizzazioni


8 MARZO 2024 - 15:25


NOTIZIA DI CRONACA

DI

443 visualizzazioni



BOLOGNA: Una nuova Tac per l'ospedale di S.Giovanni in Persiceto | VIDEO

Una nuova Tac per l'ospedale di San Giovanni in Persiceto del valore di 370.000 euro ma non solo, la ristrutturazione del Poliambulatorio con un nuovo centro per la donazione di sangue e l'avvio del cantiere per la Casa della Comunità e l’Ospedale di Comunità nel Distretto di Pianura Ovest, il cui termine è fissato per novembre 2025. Sono quasi 10 i milioni di euro investiti per rafforzare la sanità di questo territorio, grazie a fondi del Pnrr e dell’Azienda Usl di Bologna. A inaugurare la nuova Tac, l’assessore alla Sanità della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donini, insieme al Direttore Generale dell’Azienda Usl, Paolo Bordon, e alle istituzioni e i dirigenti sanitari del territorio. "Potenziamo l'ospedale e l'intero territorio - commenta Bordon -, continua una logica di garantire una sanità di prossimità con attrezzature adeguate dal punto di vista tecnologico, che aiutino anche i nostri operatori ad abbattere le liste d'attesa sulla diagnostica". E' un investimento che riguarda "una filiera di servizi - aggiunge Donini - che va dalla tecnologia ospedaliera agli ambulatori, fino alla sanità territoriale".




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

RAVENNA: Un bazar di droghe in casa, due arresti

Un'operazione condotta dai Carabinieri di Ravenna ha portato alla scoperta di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti e all'arresto di una coppia italiana, lui di 40 anni e lei di 36. Durante una perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto 5 chili di hashish suddivisi in panetti e circa un chilo di cocaina già confezionata all’interno di vari contenitori per alimenti e buste per il sottovuoto. Insieme alle droghe, sono state trovate bilance digitali di precisione e macchine per il sottovuoto, con annesse buste simili a quelle utilizzate per il confezionamento delle sostanze stupefacenti. Le indagini, avviate dai Carabinieri della stazione di Mezzano, hanno portato i militari a sospettare del 40enne, operaio con piccoli precedenti, per attività di spaccio e detenzione di hashish presso la propria abitazione. All’arrivo delle forze dell’ordine, l’uomo e la sua convivente hanno manifestato evidente nervosismo, culminato in frasi confuse e senza senso. Poco dopo, il sospettato ha ammesso le proprie responsabilità consegnando spontaneamente oltre 100 grammi di hashish, sostenendo che fosse per uso personale. I militari, tuttavia, hanno deciso di proseguire con una perquisizione più approfondita, estendendola a tutti i locali della casa e agli spazi attigui. La ricerca ha portato alla scoperta di una stanza adibita a deposito/lavanderia, dove era nascosto un vero e proprio bazar della droga. Tutte le sostanze e il materiale sono stati sequestrati. La coppia è stata arrestata con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della Procura della Repubblica di Ravenna, trasferita rispettivamente nei carceri di Forlì e Ravenna.