17 MAGGIO 2024

15:48

NOTIZIA DI CRONACA

DI

1106 visualizzazioni


17 MAGGIO 2024 - 15:48


NOTIZIA DI CRONACA

DI

1106 visualizzazioni



BOLOGNA: Omicidio Montagnola, il 17enne fermato con operazione Polfer-Esercito

E' stato un intervento congiunto di Polizia Ferroviaria ed Esercito, con una pattuglia mista in stazione per l'operazione 'Strade Sicure', a mettere a segno la cattura del 17enne tunisino che ha ucciso al Parco della Montagnola un connazionale. Si indaga sulle cause, per il momento si parla di un litigio per futili motivi.

E' stato fermato in piazza Medaglie d'oro, davanti alla stazione centrale di Bologna, il ragazzo di 17 anni, tunisino, che ha ucciso, accoltellandolo, un connazionale di 20 anni al Parco della Montagnola. E' stato individuato grazie a un intervento congiunto della Polizia Ferroviaria e dell'Esercito, con una pattuglia mista presente in stazione per l'operazione 'Strade Sicure'. A sottolinearlo, durante un incontro con la stampa il questore di Bologna, Antonio Sbordone, insieme alla dirigente della Polfer Emilia-Romagna Annarita Santantonio e al comandante regionale dell'Esercito, Francesco Randacio. Il 17enne arrestato è in Italia da due anni e ha diversi precedenti penali. Era ospite di una comunità, da cui si era allontanato e in cui stava scontando una pena alternativa per reati commessi in passato. Resta la condizione problematica di microcriminalità e poca sicurezza nel Parco della Montagnola e il Questore Sbordone ha assicurato azioni per intervenire più velocemente ed efficacemente nella zona che, ha chiarito, non è l'unica critica a Bologna.

A Bologna è giusto "analizzare meglio le criticità" di sicurezza e microcriminalità, però "non sarà mai possibile un presidio fisso in ogni strada e piazza. Stiamo studiando nuovi scenari e modelli per essere più veloci negli interventi e più presenti in certe zone critiche, insieme con l'Esercito. Ma nessuno vorrebbe una città totalmente militarizzata" osserva il Questore di Bologna, Antonio Sbordone. In questo ambito, anche la rassegna culturale estiva della Montagnola, Montagnola Republic, "penso porterà benefici: sono favorevole perché è una cosa utile. Noi ci saremo comunque per garantire serenità, ma già occupare uno spazio con la rassegna è utile".

 




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA