18 MAGGIO 2024

08:43

NOTIZIA DI CRONACA

DI

588 visualizzazioni


18 MAGGIO 2024 - 08:43


NOTIZIA DI CRONACA

DI

588 visualizzazioni



BOLOGNA: Assalto esplosivo a un bancomat, usata tecnica 'marmotta'

Un assalto esplosivo è stato compiuto la scorsa notte allo sportello bancomat di una agenzia Unicredit a Castello d'Argile, nel Bolognese. I ladri sono entrati in azione verso le 2.30 e avrebbero usato il sistema della cosiddetta ''marmotta', un parallelepipedo pieno di esplosivo infilato nelle fessure del bancomat. Il furto è riuscito e ha sventrato lo sportello, ma senza causare danni strutturali all'edificio. Non si conosce ancora l'ammontare del bottino. Lo scoppio ha svegliato diversi residenti di via Matteotti, dove ha sede la banca, che hanno dato l'allarme. All'arrivo della vigilanza e delle forze dell'ordine gli assaltatori erano già fuggiti. Sul furto hanno avviato indagini i carabinieri.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

BOLOGNA: Gira con una pistola nel palazzo della ex, arrestato

I Carabinieri di Casalecchio hanno arrestato un uomo di 39 anni per avere violato i provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla ex compagna, che lo aveva denunciato per maltrattamenti. E' accusato anche di porto illegale di armi, dato che quando è stato trovato all'interno del condominio dove abita la donna impugnava una pistola, risultata essere un'arma giocattolo, ma priva del tappo rosso obbligatorio. A chiamare i carabinieri è stato uno dei residenti del palazzo, che ha chiesto aiuto dopo essere stato aggredito verbalmente da un uomo, armato di pistola, che si stava aggirando nell'area condominiale. I militari hanno poi accertato che si trattava del 39enne destinatario delle misure, che aveva ricevuto lo scorso maggio nell'ambito di un'indagine per maltrattamenti in famiglia. Al momento dei fatti, la ex compagna non era in casa. In sede di giudizio direttissimo, l'arresto è stato convalidato e in attesa della sentenza, posticipata per la richiesta dei termini a difesa, il 39enne è stato sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.