18 MAGGIO 2024

08:21

NOTIZIA DI CRONACA

DI

281 visualizzazioni


18 MAGGIO 2024 - 08:21


NOTIZIA DI CRONACA

DI

281 visualizzazioni



FORLI’: Coppia di borseggiatori nei supermercati, denunciati dai carabinieri

I carabinieri di Forlì hanno denunciato una coppia di stranieri ritenuti responsabili di borseggi all’interno di diversi  supermercati della Romagna. Nella settimana di  Pasqua, un uomo ed una donna dell’est Europa, hanno fatto razzia di portafogli ai danni di persone particolarmente fragili mentre facevano la spesa all’interno di vari supermercati nelle zone di Predappio, Castrocaro Terme, Faenza e  Castel Bolognese. I due derubavano le persone individuate del loro portafogli ed in qualche caso, dopo avere trovato all’interno anche i codici PIN delle loro tessere bancomat, si recavano ad uno sportello ATM dove prelevavano anche ingenti somme di contante. Grazie alla sinergia tra i vari Reparti territoriali si è riusciti a risalire agli autori e alle persone offese. La donna, in particolare, risulta essere stata già segnalata negli anni quale borseggiatrice in varie parti d’Italia. I due sono stati denunciati anche per altri furti della medesima caratura in altre regioni.

 




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

BOLOGNA: Gira con una pistola nel palazzo della ex, arrestato

I Carabinieri di Casalecchio hanno arrestato un uomo di 39 anni per avere violato i provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla ex compagna, che lo aveva denunciato per maltrattamenti. E' accusato anche di porto illegale di armi, dato che quando è stato trovato all'interno del condominio dove abita la donna impugnava una pistola, risultata essere un'arma giocattolo, ma priva del tappo rosso obbligatorio. A chiamare i carabinieri è stato uno dei residenti del palazzo, che ha chiesto aiuto dopo essere stato aggredito verbalmente da un uomo, armato di pistola, che si stava aggirando nell'area condominiale. I militari hanno poi accertato che si trattava del 39enne destinatario delle misure, che aveva ricevuto lo scorso maggio nell'ambito di un'indagine per maltrattamenti in famiglia. Al momento dei fatti, la ex compagna non era in casa. In sede di giudizio direttissimo, l'arresto è stato convalidato e in attesa della sentenza, posticipata per la richiesta dei termini a difesa, il 39enne è stato sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.