16 GIUGNO 2024

09:21

NOTIZIA DI CRONACA

DI

1535 visualizzazioni


16 GIUGNO 2024 - 09:21


NOTIZIA DI CRONACA

DI

1535 visualizzazioni



RAVENNA: Tipografia in fiamme, 5 indagati per incendio doloso

Sono 5 gli indagati per il rogo che, nella notte tra il 17 e il 18 ottobre scorso, ha distrutto la storica Tipografia Moderna di Ravenna. Tra questi anche la stessa amministratrice della società. A tutti è arrivato l’avviso della fine delle indagini preliminari. Le accuse sono di incendio doloso e di turbativa d’asta. Secondo gli investigatori, i 5 avrebbero appiccato il fuoco cospargendo del liquido infiammabile in tre punti diversi dello stabile, per poi darsi alla fuga. L’intervento dei vigili del fuoco, assieme all’entrata in funzione dei dispositivi antincendio, ha evitato che lo stabilimento fosse interamente distrutto dalle fiamme, anche se i danni sono stati enormi. Il movente sarebbe quello di voler rimandare la procedura di vendita giudiziaria della tipografia, che era stata messa all’asta. Ora si attende la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura.

(foto di archivio)




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

ROMAGNA: Economia, l’inflazione nel primo semestre del 2024 rimane stabile | VIDEO

Nel mese di giugno si stabilizza l’inflazione nella provincia di Forlì-Cesena e diminuisce in quella di Rimini, lo attestano i dati ISTAT, elaborati dall’Osservatorio economico e sociale della Camera di commercio della Romagna. Nel dettaglio, in entrambe le province, la tendenza risulta crescente nei primi tre mesi dell’anno per poi calare dal mese di aprile. Nello specifico, nei primi sei mesi scendono i prezzi delle comunicazioni e dei beni energetici mentre si registra un aumento negli altri capitoli di spesa.  A giugno l’inflazione, a livello nazionale, si è mantenuta sullo stesso livello dei due mesi precedenti (+0,8%). La stabilizzazione del ritmo di crescita si deve principalmente al venir meno delle tensioni sui prezzi dei beni alimentari non lavorati, i cui effetti compensano l’attenuazione delle spinte deflazionistiche provenienti dal settore energetico. Nei primi sei mesi del 2024 la variazione media dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) per la Provincia di  Forlì-Cesena, rispetto a gennaio-giugno 2023, è stata pari a +0,6%, inferiore a quella regionale (+0,9%) e nazionale (+0,9%). La tendenza risulta essere crescente nei primi tre mesi per poi calare da aprile (da +0,7% a +0,6% di maggio e giugno). Per la provincia di Rimini, nei primi sei mesi dell’anno, la variazione media dell’indice dei prezzi al consumo, rispetto allo stesso periodo del 2023, è stata, invece, pari a +1,5%.