20 GIUGNO 2024

18:15

NOTIZIA DI CRONACA

DI

3066 visualizzazioni


20 GIUGNO 2024 - 18:15


NOTIZIA DI CRONACA

DI

3066 visualizzazioni



RIMINI: Caso Pierina, martedì l'interrogatorio di Louis Dassilva

Martedì Squadra mobile e Procura di Rimini interrogheranno Louis Dassilva, il 34enne senegalese indagato per l'omicidio di Pierina Paganelli. Louis, difeso dall'avvocato Riario Fabbri, dovrà presentarsi in Procura a Rimini dove sarà interrogato dal sostituto procuratore Daniele Paci. Un interrogatorio fissato prima ancora dell'udienza dell'incidente probatorio che - forse - nelle intenzioni degli inquirenti potrà servire all'indagato per chiarire alcune dichiarazioni. Una garanzia e un'opportunità per il 34enne che stando alle prove raccolte dagli inquirenti parrebbe essere il responsabile della morte della 78enne. Con l'incidente probatorio, il Gip nominerà un consulente per eseguire i test di laboratorio, compresi ovviamente gli esami del Dna, sui reperti raccolti sulla scena del crimine, sul corpo e sui vestiti della vittima dalla polizia scientifica. Martedì dunque Dassilva sarà interrogato senza che vi siano a disposizione i risultati dei test: nel caso in cui dovessero confermare le ipotesi della Procura la posizione di Dassilva si aggraverebbe.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

ROMAGNA: Economia, l’inflazione nel primo semestre del 2024 rimane stabile | VIDEO

Nel mese di giugno si stabilizza l’inflazione nella provincia di Forlì-Cesena e diminuisce in quella di Rimini, lo attestano i dati ISTAT, elaborati dall’Osservatorio economico e sociale della Camera di commercio della Romagna. Nel dettaglio, in entrambe le province, la tendenza risulta crescente nei primi tre mesi dell’anno per poi calare dal mese di aprile. Nello specifico, nei primi sei mesi scendono i prezzi delle comunicazioni e dei beni energetici mentre si registra un aumento negli altri capitoli di spesa.  A giugno l’inflazione, a livello nazionale, si è mantenuta sullo stesso livello dei due mesi precedenti (+0,8%). La stabilizzazione del ritmo di crescita si deve principalmente al venir meno delle tensioni sui prezzi dei beni alimentari non lavorati, i cui effetti compensano l’attenuazione delle spinte deflazionistiche provenienti dal settore energetico. Nei primi sei mesi del 2024 la variazione media dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) per la Provincia di  Forlì-Cesena, rispetto a gennaio-giugno 2023, è stata pari a +0,6%, inferiore a quella regionale (+0,9%) e nazionale (+0,9%). La tendenza risulta essere crescente nei primi tre mesi per poi calare da aprile (da +0,7% a +0,6% di maggio e giugno). Per la provincia di Rimini, nei primi sei mesi dell’anno, la variazione media dell’indice dei prezzi al consumo, rispetto allo stesso periodo del 2023, è stata, invece, pari a +1,5%.