31 MAGGIO 2024

10:30

NOTIZIA DI ECONOMIA

DI

428 visualizzazioni


31 MAGGIO 2024 - 10:30


NOTIZIA DI ECONOMIA

DI

428 visualizzazioni



RIMINI: Al via il business plan competition Nuove Idee Nuove Imprese 2024.

Sarà l’auditorium di Rivierabanca Rimini ad ospitare, martedì 4 giugno dalle 15.00, l’evento di lancio della business plan competition Nuove Idee Nuove Imprese 2024.

‘La tua idea diventa impresa’ è il titolo dell’incontro, che si svolge a dieci giorni dalla scadenza delle candidature. Al centro del pomeriggio l’intervento di Beppe Carrella, manager del mondo ICT e CEO di alcune aziende di questo settore in Italia e all’estero. Carella ha fondato BCLABb, è docente in diverse università italiane e straniere. Nel 2013 il suo libro Provocative thoughts è stato inserito tra i dieci libri più importanti sul tema delle risorse umane dalla rivista americana Hr.com.

Carella ha gestito il lancio di noon.com, la più importante startup nel mondo dell’e-commerce nel middle east. Autore di libri sull’intelligenza artificiale, reti neurali, algoritmi genetici e uno degli autori del libro bianco della comunità europea sulle smart city e non ultimo della collana dei personaggi della letteratura riletti in chiave di leadership e rock.

“Abbiamo pianificato questo evento da mesi – commenta Maurizio Focchi, presidente dell’associazione Nuove Idee Nuove Imprese -, come primo appuntamento di una serie di nuove attività volte a far cresce la community che, negli anni, si è sviluppata attorno alla nostra business plan competition. L’evento vuole rappresentare, prima di tutto, un momento di ispirazione per quanti ambiscono a lanciare la propria startup, ma vuole anche sottolineare l’importanza delle relazioni e del networking, consolidando la rete di Nuove Idee Nuove Imprese”.

Durante l’evento interverrà anche Andrea Montanari, Responsabile Finanza Corporate e Innovazione di Rivierabanca, che condividerà tre brevi approfondimenti sull’innovazione, l’accesso al credito, la sostenibilità e il digitale.

Interverrà, inoltre, Carlotta Santolini, biologa marina vincitrice della 21^ edizione della Business Plan Competition, con il suo progetto Mariscadoras - Blueat. Carlotta racconterà la sua storia ispiratrice e parlerà della sua esperienza nel trasformare un’idea innovativa in una realtà imprenditoriale di rilievo. Condurrà i lavori Diego De Simone, co-founder di Fattor Comune.

Per un posto in sala è necessaria la prenotazione al link QUI

 

NUOVE IDEE NUOVE IMPRESE 2024

È disponibile il bando per partecipare alla 23sima edizione di Nuove Idee Nuove Imprese, sul sito web www.nuoveideenuoveimprese.it.

In palio un montepremi di 20.000 euro, con 10.000 euro al progetto primo classificato. Si aggiungono i benefits messi in palio dai soci e dai partner di Nuove Idee Nuove Imprese: percorsi di incubazione, assistenza amministrativa, consulenze e numerose altre agevolazioni.

L’iscrizione al concorso avviene esclusivamente via internet, compilando ed inviando i moduli on-line appositamente predisposti, entro le ore 12:00 del giorno 14 giugno 2024. 




ALTRE NOTIZIE DI ECONOMIA

EMILIA-ROMAGNA: Economia, la regione 2ª per crescita, traino al Pil Nazionale | VIDEO

L’Emilia-Romagna è tra le regioni che traineranno il Pil nazionale nel 2024 assieme a Lombardia e Veneto. Queste tre regioni assieme producono, infatti, il 41% del Pil nazionale, il 53% dell’export italiano e contengono il 33% dell’intera popolazione del Paese. Le previsioni di crescita sono state elaborate dall’Ufficio studi della CGIA su dati Prometeia e indicano che la Lombardia dovrebbe crescere dello 0,95% nell’anno in corso, l’Emilia-Romagna dello 0,86% e il Veneto dello 0,80%. Sebbene questo risultato sia positivo, l’impatto sull’economia nazionale sarà, però, molto contenuto. Benché le differenze tra le regioni siano “millimetriche”, la divisione tra Nord e Sud in termini di aumento del Pil reale per l’anno in corso è molto evidente. Secondo la Banca d’Italia, nel 2024 la crescita dell’Italia sarà limitata e sostenuta principalmente dal buon andamento di alcuni settori: servizi, turismo e export. L’industria, invece, affronterà un significativo ridimensionamento, in particolare nei settori della moda, dell’automotive e della metallurgia. L’elaborazione dell’Ufficio studi della CGIA ha analizzato anche la crescita del valore aggiunto reale delle 107 province italiane. Al vertice della classifica nazionale troviamo Milano, con una crescita stimata dell’1,14%. Seguono Pavia con +1,01%, Vicenza con +0,98% e Bologna con +0,95%.