25 AGOSTO 2023

08:44

NOTIZIA DI POLITICA

DI

901 visualizzazioni


25 AGOSTO 2023 - 08:44


NOTIZIA DI POLITICA

DI

901 visualizzazioni



FERRARA: Granchio Blu, Lollobrigida, “Contrastare presenza e indurre al consumo”

Visita ieri del ministro all’agricoltura Lollobrigida a Goro assieme all’assessore regionale Mammi. Tra i temi trattati il problema riguardo alla proliferazione del granchio blu, che sta causando gravi danni alla pesca di vongole e cozze.

“Bisogna decretare quanto prima lo stato d’emergenza in Emilia-Romagna contro la proliferazione del granchio blu”. Queste le parole dell’assessore regionale Mammi rivolte al ministro all’agricoltura Francesco Lollobrigida. I due si sono incontrati a Goro, nel Ferrarese, assieme alle associazioni di categoria del mondo della pesca. L’emergenza riguarda soprattutto gli allevamenti di cozze e vongole, di cui la nuova specie di granchio, originaria delle coste Atlantiche, si nutre in gran quantità, ma anche i danni provocati dal crostaceo a reti e nasse e in generale a tutto l’ambiente e l’ecosistema marino. Una situazione che si aggrava ogni giorno e rischia di mettere in ginocchio le imprese della pesca e dell’acquacoltura, che vedono forti cali produttivi nel prelievo di vongole, vittime di questo predatore.

L’incontro si è tenuto in una delle zone dove il problema è più sentito, qui vengono prodotte ogni anni 16mila tonnellate di vongole, il 55% della produzione italiana. “Il patrimonio della pesca in Emilia-Romagna è un settore irrinunciabile” ha detto Mammi al ministro che chiede un aiuto al credito per le imprese del settore, assieme all’emergenza nazionale per snellire i tempi. Su quest’ultimo punto Lollobrigida non sembra essere d’accordo e punta soprattutto sull’incentivo al consumo del granchio per ridurne la presenza in adriatico: “La dichiarazione dello stato di emergenza – ha spiegato il ministro - deve essere usata solo quando non si possono attuare delle procedure ordinarie. Allo stato attuale, abbiamo stanziato dei fondi e modificato alcune norme per superare le criticità. Perché quello che non possiamo permetterci è perdere tempo”




ALTRE NOTIZIE DI POLITICA

EMILIA-ROMAGNA: Pompignoli va via dalla Lega, "non condivido linea"

“Dopo settimane di doveroso silenzio sui social, desidero ufficializzare con poche parole il mio addio alla Lega”. Così, in un post, il consigliere regionale dell’Emilia-Romagna Massimiliano Pompignoli. “La mia è stata una decisione difficile, sofferta ma inevitabile dopo oltre 15 anni di militanza.  Alla Lega ho dato tanto e ricevuto tanto. Oggi, con grande dispiacere, devo fare i conti con la crescente difficoltà di non riuscire più a condividere la linea e gli obiettivi di un partito che, purtroppo, non è più casa mia.  Desidero ringraziare tutti coloro che hanno camminato al mio fianco in questi anni, dandomi l’opportunità di diventare la persona che sono oggi.  Grazie per tutto quello che mi è stato insegnato e per i momenti passati insieme.  Purtroppo, molte cose sono cambiate dal 2008 ad oggi e il mio percorso all’interno della Lega finisce qui”. Pompignoli, che ora potrebbe bussare alle porte di Forza Italia, pubblica una foto mentre è al lavoro in una passata edizione della Festa leghista di Cervia, uno dei momenti “che più mi rappresentano e sintetizzano il mio percorso politico”, sottolinea, “punto di riferimento per tutti coloro che hanno sempre lavorato con onestà, sacrificio e grande umiltà”.