Ricerca

CALCIO: Berti show, "Prima doppietta in casa, una serata spettacolare" | VIDEO

SPORT - Il trequartista ha aperto e chiuso la sfida con i marchigiani.   Con la doppietta rifilata alla Recanatese, Tommaso Berti è salito a quota sei reti in campionato con il Cesena. “Corazza ha fatto due bei assist - il trequartista ha così ringraziato il compagno -, ci troviamo molto bene insieme. Ultimamente sto vedendo un po’ meglio la porta, sono migliorato negli ultimi 20 metri. Posso solo dire che è stato spettacolare realizzare la mia prima doppietta in casa, poi ho ancora tanti difetti da migliorare, son qui per questo. Ora pensiamo a prenderci il più possibile e non penso al futuro di questa estate”.

Thumbnail CALCIO: Berti show, "Prima doppietta in casa, una serata spettacolare" | VIDEO

BOLOGNA: Città 30, il Tar non sospende, si va avanti ma il ministero è critico | VIDEO

ATTUALITÀ - Dopo che il Tar dell'Emilia-Romagna non ha fermato il progetto città 30, il ministero delle Infrastrutture e trasporti rilancia e con una nota annuncia che "continuerà a vigilare". Al Tribunale amministrativo pendeva infatti il ricorso di due tassisti che chiedevano una sospensiva, a corredo del quale il ministero aveva inviato una memoria. La sospensiva è stata però ritirata e è stata così fissata un'udienza conoscitiva per il 23 ottobre. Una decisione che ha fatto esultare il Comune di Bologna: i limiti di velocità e i nuovi provvedimenti per la sicurezza stradale non cambiano. "Su Bologna Città 30 - scrive il Mit - la posizione del ministero delle infrastrutture e dei Trasporti è stata chiara fin dall'inizio: sui limiti di velocità è il Codice della strada a parlare. Da qui, la direttiva del primo febbraio, l'interlocuzione con il Comune e ora la memoria depositata al Tar. Lo scopo della memoria è offrire elementi di valutazione al giudice amministrativo sulle ragioni tecniche e normative che devono essere ponderate nell'attuazione dell'articolo 142 del Codice della strada che - si ricorda- legittima limitazioni della velocità solo in determinate strade o tratti di strada. Nel merito dell'udienza di ieri, sono stati i ricorrenti a rinunciare al cautelare per chiedere di avere in termini anticipati (e quindi non tra alcuni anni, ma tra alcuni mesi) una sentenza di merito che finalmente potrà mettere ordine sul tema". D'altronde, prosegue il ministero "sulla sicurezza stradale servono certezze giuridiche, per questo il Ministero ha voluto richiamare l'amministrazione comunale al rispetto della legge, senza con ciò voler ridimensionare l'autonomia comunale. La revisione delle ordinanza non può certo essere sine die e il ministero continuerà a vigilare con tutti gli strumenti utili".

Thumbnail BOLOGNA: Città 30, il Tar non sospende, si va avanti ma il ministero è critico | VIDEO

BASKET: Si rianima la Virtus, l'Efes ko 64-67

SPORT - Le Vu Nere torneranno in campo venerdì sera contro il Baskonia in Eurolega.   Si rialza in Eurolega la Virtus Bologna dopo sette sconfitte di fila e lo fa nella gara delicatissima con l’Efes. Nel calderone incandescente di Istanbul, le Vu Nere si impongono nel play-in con i guizzi di Shengelia, autore di 13 punti, seguito dai compagni Lundberg e Abass (12 a testa). La gara vive nel segno dell’incertezza su entrambi i fronti, condizionati da molti errori sia da sotto canestro che da lontano. Alla fine la spunta la formazione di coach Banchi per 64-67 che venerdì sera alle 20.30 affronterà il Baskonia. In palio c’è un posto nei playoff.

Thumbnail BASKET: Si rianima la Virtus, l'Efes ko 64-67

SPORT: Time to move riparte con numerose attività all'insegna del movimento | VIDEO

SPORT - Inizia la stagione sportiva dall’associazione Time to move che promuove i sani stili di vita e il movimento attraverso una serie di iniziative. Quella più rilevante sarà “Cesena in wellness”. Vediamo il servizio.

Thumbnail SPORT: Time to move riparte con numerose attività all'insegna del movimento | VIDEO

CALCIO: Caso Pistoiese, protestano Ravenna e Forlì

SPORT - I due club romagnoli, che perderanno 6 punti in classifica, hanno rilasciato dei comunicati. Arrivata l’ufficialità dell’esclusione della Pistoiese dal campionato di serie D, sono tanti i cambiamenti che avverranno in classifica a tre giornate dal termine. Forlì e Ravenna sono le più penalizzate da questa situazione, avendo vinto due volte su due contro la squadra toscana: se i giallorossi vedono raddoppiare lo svantaggio dalla capolista Carpi (ora a +2), i galletti perdono punti preziosi in ottica playoff. Le società dei due club sono entrambe intervenute con un comunicato per esprimere il proprio disappunto sulla gestione dell’intera vicenda; così recita quello ravennate:  “La società Ravenna Football Club 1913 è costretta a prendere atto, con enorme amarezza, che ancora una volta il merito sportivo è stato calpestato anzi annullato da comportamenti scandalosi che nulla hanno a che fare con la giustizia e la lealtà. È difficile dover fare i conti con una normativa lacunosa e totalmente insufficiente a fronteggiare la dissennata gestione di società sportive che operano senza il minimo rispetto dei sacrifici altrui; molto semplicemente, sarebbe stato sufficiente fermare la Pistoiese al termine del girone di andata allorquando tutti gli addetti ai lavori erano a conoscenza della reale situazione. A farne le spese - prosegue la nota - una squadra, una tifoseria e una città che hanno giocato, lottato e gioito nel pieno rispetto delle regole, senza tuttavia poter provare a coronare un percorso che meritava tutt’altra considerazione. Preso atto della surreale situazione creatasi, la società, forte della straordinaria capacità del proprio staff e dei suoi giocatori già espressa sul campo, non lascerà nulla di intentato, riservandosi al tempo stesso ogni azione possibile volta a tutelare i propri interessi presso gli organi competenti”. Sulla stessa lunghezza d’onda i biancorossi: “Il Forlì Football Club a partire dal suo presidente Gianfranco Cappelli esprime il totale disappunto per l’esclusione della Pistoiese e il conseguente annullamento di tutti i risultati sportivi sin qui maturati contro la squadra toscana. Gli impegni a tutti i livelli economici e sportivi da noi profusi in questi mesi ed anni vengono oscurati da comportamenti altri che, oltre a non avere a che fare con la giustizia, calpestano in maniera totale i valori di lealtà e rispetto che lo sport si pone di insegnare. Abbiamo affrontato sul campo la Pistoiese due volte in questa stagione. In ambedue le occasioni abbiamo raccolto risultati sportivi di altissimo profilo che hanno portato sei punti conquistati sul campo – sottolinea il presidente Cappelli - .Vedere cancellati oggi, a tre giornate dalla fine, gli sforzi della società è del tutto irrispettoso e sentiamo possa aver provocato un forte disagio alla credibilità del campionato. Ci troviamo ad essere penalizzati esattamente come se non avessimo adempiuto ai nostri doveri che, invece, abbiamo puntualmente rispettato. Portiamo avanti il club con orgoglio guardando sempre alla nostra crescita, progettando il futuro basandoci sulla sostenibilità. Questa vicenda provoca sei punti in meno di cui non abbiamo alcun tipo di responsabilità. Ci auguriamo che questa brutta pagina possa essere il vero punto di partenza affinchè si trovino le più idonee soluzioni a garantire la credibilità del campionato basato esclusivamente su meriti sportivi, oltre al rispetto delle regole e delle persone che investono soldi, tempo ed energie a tutti i livelli nel mondo dello sport".

Thumbnail CALCIO: Caso Pistoiese, protestano Ravenna e Forlì