Ricerca

BOLOGNA: Asaps, tremila morti in 10 anni per conducenti senza patente

ATTUALITÀ - I conducenti senza patente, perché mai conseguita oppure revocata o sospesa, hanno provocato in dieci anni - dal 2013 al 2022 - quasi tremila morti, per l'esattezza 2.967, e oltre 53mila feriti sulle strade italiane. Il dato è dell'ufficio studi Asaps, l'Associazione sostenitori della Polizia stradale, che ha elaborato i numeri dell'Istat. L'anno 2022, dopo la fine della pandemia, ha visto i dati peggiori, con 342 morti e 7.568 feriti. In pratica, dai soli incidenti con conseguenze alle persone emergerebbe che il 10% delle auto circolanti ha alla guida un conducente senza patente. Si tratta di un fenomeno in crescita, nonostante la legge abbia introdotto la "guida senza patente" come aggravante dell'omicidio stradale e delle lesioni personali stradali. Le sanzioni previste per la semplice "guida senza patente" vanno da 5.100 a 30.599 euro (pagamento scontato entro 5 giorni a 3.570 euro) con il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi, grazie alle norme sulla depenalizzazione del gennaio 2016. Secondo i dati dell'Asaps molti conducenti 'spatentati' erano stranieri, anche con casi di minorenni alla guida. "Il tema degli omicidi stradali provocati da conducenti privi di patente dovrà essere valutato dal legislatore nei lavori parlamentari per la riforma del codice della strada, ora all'esame della Commissione Trasporti alla Camera", dice Giordano Biserni, presidente Asaps, ricordando che "nel 1999 la norma fu depenalizzata e nel 2007 tornò ad essere reato, a causa dei dati molto negativi degli incidenti in Italia. Poi nuova retromarcia nel 2016, con il ritorno alle sanzioni amministrative e a violazioni penali solo in caso di recidiva. Se i processi sono diminuiti, i dati del 2022, i peggiori del decennio, ci devono preoccupare". (foto d'archivio)

Thumbnail BOLOGNA: Asaps, tremila morti in 10 anni per conducenti senza patente

VOLLEY: L'Elettromeccanica Angelini Cesena passa d'autorità anche a Montespertoli

SPORT - Non c’è due senza tre: impresa riuscita per l’Elettromeccanica Angelini Cesena che centra la vittoria a Montespertoli al termine di una settimana fitta di competizioni; terza gara in sei giorni e terza vittoria per Benazzi e compagne che portano a casa un importante 0-3 (22-25, 22-25, 25-27). Partita strana, dall’andamento a tratti titubante ma le bianconere dimostrano di saper affondare i colpi vincenti al momento giusto, senza farsi prendere dall’ansia di dover rincorrere le avversarie. Nel primo set si gioca punto a punto, Pinali accelera in prima linea (6-9) e quando è dietro difende con precisione; Vecchi ha il braccio caldo (12-15), Montespertoli agguanta la parità (17-17), poi Benazzi manda in tilt la difesa avversaria (18-20) e anche da posto quattro risolve una situazione difficile (20-22); coach Lucchi inserisce Morolli al servizio e lei lo ripaga firmando un ace (22-24), poi le toscane sbagliano ed è 22-25. Nel secondo set sono le padrone di casa a tentare l’allungo (6-3), Lucchi inserisce Fabbri che dai nove metri è insidiosissima (13-14), Vecchi a muro è perentoria (19-19); ancora un ingresso per Morolli e ancora un ace (19-20); il finale di set è concitato, ma il trio delle meraviglie non fa sconti: ace di Vecchi (22-23), Pinali al terzo tentativo la mette giù (22-24) e Benazzi sbaraglia la difesa con una diagonale potente 22-25. Nell’ultimo parziale Cesena è più spigliata: Conficoni vince un contrasto a muro (3-6), Fabbri in attacco è una garanzia (9-12), Montespertoli si riavvicina ma Pinali alza la voce (15-18), Vecchi pianta una cannonata in parallela (19-22). Di nuovo, le bianconere devono combattere fino alla fine, le toscane impattano (24-24) e si portano avanti (25-24); il finale di set è un monologo di Benazzi: seconda linea vincente (25-25) e due muri consecutivi, l’ultimo dei quali da sola opzionando tatticamente di spegnere la luce alla fast avversaria, finisce così 25-27. A livello individuale, Benazzi è ancora una volta la miglior realizzatrice (23 punti di cui 3 muri); molto bene l’ingresso di Fabbri che mette a terra 8 palloni, di cui 2 ace, 1 muro e il 71% di positività in attacco. Domenica al MiniPalazzetto le ragazze di coach Lucchi attendono Castelbellino, terza della classe con 15 punti.

Thumbnail VOLLEY: L'Elettromeccanica Angelini Cesena passa d'autorità anche a Montespertoli