Ricerca

CALCIO: Coppa D, Imolese battuta dal Trapani all'ultimo respiro | VIDEO

SPORT - È beffarda la sconfitta per l'Imolese nella semifinale di andata di coppa ospitata al "Galli". Il match contro il Trapani ha visto i siciliani prendere il controllo del gioco nella prima frazione, Kragl sfiora il vantaggio al 16' con un tiro deviato da Adorni e, poco più tardi, è Sbrissa a sollecitare nuovamente i riflessi del portiere rossoblù mantenendo alta la pressione degli ospiti. Il gol del Trapani arriva così al 20' con Balla che infila la palla sotto l'incrocio con un gran destro. Prima dell'intervallo c'è tempo per assistere anche alla pericolosa punizione di Kragl con Adorni che si salva in due tempi mentre il primo tentativo di reazione dell'Imolese arriva a inizio ripresa con una battuta alta di Daffe. I padroni di casa hanno però il merito di non demordere e colgono al 74' il pareggio grazie al tiro-cross di Gulinatti che Dall'Osso tramuta in gol deviando il pallone sottomisura. Il recupero della gara si trasforma poi in una partita nella partita con Mattiolo che scarica un tiro secco sul primo palo, Antonini si salva con l'aiuto proprio del montante; dalla parte opposta è invece il Trapani a trovare il gol-vittoria grazie al colpo di testa di Bolcano che capitalizza lo splendido cross di Acquadro su punizione. Tra quindici giorni si ripartirà così dal 2-1 a favore dei granata e la squadra di mister D'Amore sarà chiamata all'impresa per centrare la finale.   Foto: Olimpia Sanna

Thumbnail CALCIO: Coppa D, Imolese battuta dal Trapani all'ultimo respiro | VIDEO

CALCIO: Vieri ricorda il Ravenna, "Mi scoprì Marotta, dispiace la retrocessione" | VIDEO

SPORT - Con la maglia Ravenna fu un’esperienza molto importante per Christian Vieri. Il giovane attaccante segnò nella stagione di Serie B 1993-1994 12 reti in 32 presenze con i giallorossi. L’ex campione della Nazionale ha ricordato i suoi trascorsi in Romagna nella trasmissione “Che calcio dici!?”.

Thumbnail CALCIO: Vieri ricorda il Ravenna, "Mi scoprì Marotta, dispiace la retrocessione" | VIDEO

RAVENNA: Capanni balneari, chiesto bando per le concessioni ed evitare le demolizioni

CRONACA - “Giù le mani dai capanni”. Questo uno degli slogan della protesta svoltasi a Marina di Ravenna contro l’ordinanza di smantellamento dei 75 storici capanni balneari sparsi nei lidi ravennati. La richiesta dei capannisti, recapitata al comune di Ravenna, è quella di un bando pubblico per il rilascio delle concessioni demaniali senza dover demolire le strutture esistenti. La protesta dei 94 proprietari delle strutture balneari parte da inizio febbraio, quando si sono visti richiedere una copia della concessione di occupazione dello spazio demaniale. Un canone che, secondo quanto sostenuto dall’Associazione Capannisti Balneari, sarebbe stato sempre pagato, nonostante il Comune abbia deciso di non rinnovare il titolo. Il rischio di abbattimento di queste storiche casette sembra dietro l’angolo, in quanto la comunicazione ne impone l’abbattimento entro 90 giorni se non verrà presentata la documentazione richiesta.

Thumbnail RAVENNA: Capanni balneari, chiesto bando per le concessioni ed evitare le demolizioni

CALCIO: Troise a testa alta a Catania, "Gli errori arbitrali vanno accettati" | VIDEO

SPORT - L’unico rammarico per il tecnico del Rimini Emanuele Troise è legato al basso tasso di cinismo mostrato dalla sua formazione a Catania. “Sono orgoglioso della mia squadra - ha detto -, gli errori arbitrali vanno accettati”. Tira un sospiro di sollievo il vice di Lucarelli, il forlivese Richiard Vanigli che ora si può concentrare sul campionato dove la situazione è difficile.

Thumbnail CALCIO: Troise a testa alta a Catania, "Gli errori arbitrali vanno accettati" | VIDEO

CALCIO: Castro alla conquista del Bologna, "Qui è una famiglia" | VIDEO

SPORT - Un approdo a Bologna, sognando Lautaro: è proprio al superbomber dell'Inter che Santiago Castro si ispira vista anche la similitudine delle caratteristiche di gioco. Da El Toro a El Toto, il passo potrebbe essere meno lungo del previsto. "Mi sono allenato in Argentina - spiega lui - e sicuramente spero di essere convocato per la partita domenica anche se non è una cosa a cui sto pensando: il mio unico obiettivo è di dare tutto in allenamento e poi quello che arriva, arriva. Sono molto contento anche dell'accoglienza che ho ricevuto da parte della squadra e dell'allenatore. Ho avuto la sensazione che il Bologna sia una famiglia oltre a essere una grande squadra e questo era poi anche quello che mi ero immaginato quando lo vedevo in tv”. Archiviata l'esperienza del Pre-Olimpico impreziosita anche dal gol realizzato contro il Cile, Santiago si è messo a completa disposizione di Thiago Motta. La scelta di sbarcare sotto le due Torri è stata fortemente voluta. "I primi contatti erano arrivati a fine novembre dopo una partita contro il Colón. Hanno parlato Giovanni Sartori e il mio agente, poi è stato importante anche l'intervento del direttore Marco Di Vaio. Ci tengo a precisare che la mia volontà era sempre stata quella di venire qui per vestire la maglia del Bologna".

Thumbnail CALCIO: Castro alla conquista del Bologna, "Qui è una famiglia" | VIDEO